Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Furto in enoteca e proprietari aggrediti: tre condanne

Tre anni e un mese di reclusione sono stati in inflitti a Salvatore Camilleri, 24 anni, 3 anni al fratello Giuseppe, 22 anni, e d8 mesi e 15 giorni ad Antonio Canzoneri, 25 anni

Di Gaetano Ravanà

Tre agrigentini sono stati condannati per il furto ad una enoteca, e la successiva aggressione ai danni dei proprietari che avevano scoperto tutto. Tre anni e un mese di reclusione sono stati in inflitti a Salvatore Camilleri, 24 anni, 3 anni al fratello Giuseppe, 22 anni, e d8 mesi e 15 giorni ad Antonio Canzoneri, 25 anni. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Iacopo Mazzullo.

Pubblicità

L’episodio sarebbe avvenuto il 20 dicembre del 2016, quando i fratelli Camilleri si sarebbero introdotti all’interno dell’esercizio commerciale riuscendo a portare via 300 euro, custoditi nel registratore di cassa, e altra merce esposta.

I due Camilleri avrebbero minacciato di morte il titolare, la sera successiva al furto, e il 24enne inoltre, avrebbe tirato una chiave di acciaio all’indirizzo di una delle proprietarie senza colpirla. Canzoneri avrebbe colpito in testa uno dei gestori, lanciandogli addosso una bottiglia di vetro piena. I tre imputati sono difesi dagli avvocati Fabio Inglima, Teresa Balsamo e Alba Raguccia.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: