Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Il Cim, riparte dopo il Covid in tutte le province siciliane

Turi Lombardo: "Pronti alle sfide ed a riempire la Sicilia dei nostri emigrati all'estero e degli oriundi anche grazie all'enogastronomia"

Di Redazione

Si è svolta nei giorni scorsi, in videoconferenza, l'incontro del Cim Sicilia alla presenza del Presidente regionale, Turi Lombardo .

Pubblicità

Presenti i fondatori storici, Carmelina Di Prima i consiglieri nazionali Paolo Lombardo Manduca Giovanni e tanti altri membri che hanno fatto la storia della Cim per discutere di strategie e partecipazione ai bandi per il turismo di ritorno .

 La Cim, Confederazione italiani nel mondo è una organizzazione rappresentativa dei nostri residenti all’estero ed è presente in 25 paesi e coordina e rappresenta oltre 2000 federazioni e associazioni di italiani nel mondo.

"Sono contento di questo incontro - ha detto Turi Lombardo - che ha visto la presenza di molti professionisti del settore turistico ed enogastronomico. Si è parlato di turismo delle radici cercando di essere pronti alle nuove sfide per un turismo di ritorno.

"In pochi mesi - dice Mariogero Taibi, componente del Cim e dirigente nazionale dell'Aics - questa nostra famiglia sta aumentando sensibilmente. In tanti hanno chiesto di farne parte,  siamo presenti in tutte le province della Sicilia,  con personalità importanti sul campo enogastronomico e turistico;  sulla provincia di Palermo, oltre a Toti Piscopo, direttore editoriale di Travelnostop, abbiamo Elisa Bonaccini e Sabrina  Gianforte, professioniste serie che si occupano di turismo e di enogastronomia, su Caltanissetta il consigliere nazionale Cim, Giovanni Manduca, l'imprenditore turistico Tanino Nola , Pinuccio Favata per il turismo inclusivo,  Salvatore Castiglione per il turismo sportivo, Carmelo Taibi per progetti turismo enogastronomico. Ad Agrigento, l’euro-progettista Rino Petix, il giornalista Gaetano Ravana, il presidente di una importante Associazione regionale di chef, Giovanni Montemaggiore, l'imprenditrice Angela di  Michele, Daniele Piscopo, Concetta Sena, Ezio Iacono, Fabrizio Raso nonché Nino Sutera, responsabile dei Borghi Genius Locri  DeCo. Anche la provincia di Enna è ben rappresentata con  Gambino presidente del Distretto "Dea di Morgantina",  il consigliere nazionale Paolo Lombardo. Su Siracusa il presidente regionale di Sicilia "Turismo per tutti", Bernadette Lo Bianco,  Mascha Gallitto,  impegnata da anni su progettazione turistica. La provincia di Catania è rappresentata dal coordinatore nazionale dei borghi Aics, Giuseppe Guarnera, dall imprenditrice Rita Di Trio e la dottoressa Rutino. Su Ragusa, Carmelo Di Quattro, responsabile di una importante organizzazione che nel mese di maggio organizzerà a Vittoria una importante Fiera del turismo enogastronomico e, per la provincia di Messina figurano il Professor Grasso, docente di materie turistiche all'Università di Messina, Cristian Fiumara che si occupa di turismo enogastronomico per i paesi dell'Est,  Antony Andaloro per il turismo accessibile ed infine per la provincia di Trapani, il Professor Lo Forte.

Nei giorni scorsi ha arricchito l'equipe anche la presenza di Giuseppe Petix , vicepresidente regionale dell'Aics e attuale presidente del Comitato provinciale che in passato ha ricoperto il ruolo di Presidente dell'Accademia della lingua siciliana.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA