Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Intimidazione: tagliati 40 alberi di ulivo

Nel mirino di ignoti malviventi un agricoltore di 55 anni originario di Caltabellotta

Di Gaetano Ravanà

A Sciacca, in un appezzamento di terreno in contrada “Nadore”, nottetempo, ignoti malviventi hanno tagliato 40 alberi di ulivo a grave danno di un imprenditore agricolo di 55 anni di Caltabellotta, Franco Colletti, ex segretario locale della Cgil che accortosi di quanto accaduto, ha sporto ai Carabinieri di Sciacca denuncia a carico di ignoti che, tra l’altro, hanno pregiudicato l’imminente raccolta delle olive.

Pubblicità

Tutti gli alberi abbattuti già presentavano il proprio frutto in fase di maturazione. Il danneggiamento ha tutte le caratteristiche di un’intimidazione. Indagano i carabinieri. Appena qualche settimana addietro un episodio analogo era stato messo a segno dall’altra parte della provincia: a Racalmuto (Ag) dove furono recise circa 400 le piante di ulivo in contrada Fico Troiana. 

Sulla vicenda è intervenuta Rosalba Cimino, deputata del M5s, che ha espresso «solidarietà a Franco Colletti, ex segretario della Cgil di Sciacca, che ha subito un atto vile». «Quello che è avvenuto - ha aggiunto - è un atto di minaccia che vuole inficiare e fermare l’impegno e il lavoro dell’imprenditore agricolo. Speriamo venga fatta piena luce su questo atto criminale figlio di una mentalità e un modo di operare mafioso. Terremo d’occhio quanto sta accadendo nelle campagne siciliane e agrigentine in particolare»

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA