Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

L'assassino di Luca Pisciotto resta in carcere a Liegi

Pietro Randazzo è accusato di avere ucciso a  coltellate il ragazzo che stava difendendo la madre da un'aggressione

Di Redazione

Pietro Randazzo dovrà restare in carcere. Lo ha stabilito oggi la Camera di consiglio di Liegi che ha confermato l’arresto per il trentenne, accusato di aver ucciso la giovane star di Tik Tok, Luca Pisciotto. 
 

Pubblicità

 

L’omicidio si è consumato la settimana scorsa a Jupille, nella regione belga di Liegi, dove viveva il ragazzo originario di Agrigento. Stando alle prime ricostruzioni, sembra che Randazzo, che aveva da poco terminato una relazione con la madre di Luca, Maddalena Sorce, abbia cercato di strangolarla.

 

 

Luca, intervenuto poco dopo, è stato accoltellato a morte dall’ex compagno della madre. Inutile l’intervento del personale medico: il giovane è morto per le ferite riportate prima di raggiungere l'ospedale. 

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA