Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Leonardo Mule' eletto segretario della Filbi Uila Agrigento

Riflettori sui Consorzi di bonifica in crisi da diversi anni. Ha partecipato ai lavori il segretario generale della provincia, Gero Acquisto

Di Gaetano Ravana'

Leonardo Mulè è il segretario della Filbi Uila di Agrigento.

Pubblicità

E’stato eletto  dal congresso sindacale territoriale, che s’è tenuto alla  presenza del segretario nazionale Gabriele De Gasperis e di quello regionale Enzo Savarino. Ha aperto il Congresso il Segretario generale della Uil C.S.T. di Agrigento, Gero Acquisto, rivolgendo un saluto ai partecipanti e facendo una breve disamina sui problemi politico-sindacali che affliggono il nostro territorio.  È intervenuto Giovanni D’Angelo, componente della Segreteria della Uil di Agrigento. Nel corso della riunione sono stati votati pure i responsabili aziendali Filbi ad Agrigento che sono Giuseppe Di Grigoli, Giuseppe Passarello e Carlo Virgadamo.

Dal congresso della Filbi, De Gasperis, Savarino e Mulè hanno lanciato un appello-denuncia: “Rischiamo di vivere il drammatico paradosso di un’Italia sempre più impegnata a rafforzare la propria sovranità alimentare mentre in Sicilia i Consorzi di Bonifica, fondamentali per l’agricoltura, vivono una grave crisi che si protrae da troppi anni. La Regione si assuma le proprie responsabilità, a partire da una legge di riforma che rimane ancora pendente da piùd i un triennio. La Finanziaria, inoltre, non costituisca un’altra occasione persa”.

“La strada da percorrere è molto chiara – hanno aggiunto gli esponenti della Filbi Uila – e il sindacato ha da tempo presentato pubblicamente le proprie proposte. Bisogna, innanzitutto, rafforzare l’attività dei Consorzi investendo sulla loro operatività, in primo luogo con la stabilizzazione dei lavoratori costretti a decenni di precariato. È necessario, quindi, che nella Finanziaria in attesa di approvazione all’Ars siano stanziate le risorse utili al riempimento di almeno il 50 per cento dei posti ancora vacanti nelle piante organiche degli enti, così come previsto nella precedente legge di bilancio, dando così risposta alle legittime aspettative di oltre 200 famiglie. Nel contempo si preveda un contributo straordinario, anche nella forma di sgravio al pagamento dei ruoli irrigui da parte degli agricoltori, per sostenere i Consorzi in questo momento di estrema difficoltà economica”.

Gabriele De Gasperis ed Enzo Savarino hanno concluso: “Chiediamo alla maggioranza e al governatore Musumeci che colgano l’occasione rappresentata dalla Finanziaria per rilanciare l’attività degli Enti e sostenere così tutto il comparto agricolo regionale. Il 10 maggio, nel congresso regionale, la Filbi verificherà se anche questa primavera sarà trascorsa inutilmente per la Bonifica siciliana, quindi per i cittadini di quest’Isola”.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA