Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Minacce e botte a invalido: chiesto rinvio a giudizio di un agrigentino

Protagonista un uomo di 33 anni che ha finito con il danneggiare gli arredi dell'abitazione del disabile

Di Gaetano Ravanà

L’ex Aggiunto adesso procuratore reggente di Agrigento, Salvatore Vella, ha chiesto il rinvio a giudizio di un uomo di 33 anni imputato di avere minacciato e picchiato un invalido civile di 50 anni, danneggiando anche gli arredi della sua abitazione. L’udienza preliminare è in calendario il prossimo 23 maggio innanzi al Giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Miceli. Il 3 maggio del 2020 lui si sarebbe presentato in zona Esseneto sotto casa dell’invalido, affacciato al balcone al piano terra di una palazzina: “ti ammazzo”. Poi ha scavalcato la ringhiera, ha rotto con un calcio la tapparella della finestra, e avrebbe aggredito l’invalido a pugni, e colpendolo con un tavolo sulla schiena. Poi è scappato. La vittima è stata soccorsa in ospedale. I Carabinieri hanno rintracciato il 33enne, adesso sotto processo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA