Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Morte Michele Petruccio: chieste quattro assoluzioni per la morte dell'operaio di Menfi

Il ventiduenne, vittima delle cosiddette morti bianche, era impegnato a lavorare all'interno del parco eolico del centro montano dell'agrigentino

Di Gaetano Ravanà

Innanzi al Tribunale di Sciacca, il pubblico ministero, Michele Marrone, a conclusione della requisitoria, ha chiesto l’assoluziuone per quattro imputati a processo per la morte dell’operaio specializzato Michele Petruccio, originario di Menfi, deceduto a soli 22 anni, il 28 febbraio del 2013, cadendo da oltre 30 metri durante dei lavori all’interno del parco eolico di Caltabellotta. I quattro imputati, che rispondono di omicidio colposo, sono: l’amministratore unico della Altertec, società portoghese che si occupava della manutenzione dell’impianto, Franco Martin Josè Alberto, spagnolo, di 49 anni; Gesualdo Sottile, di 38 anni, di Caltagirone, dirigente-coordinatore dei lavori della Gamesa, società affidataria dei lavori di manutenzione degli aero-generatori e delle infrastrutture elettriche del parco; Agostino Cinà, di 51 anni, di Palermo, che svolgeva le mansioni di supervisore al parco eolico; e Francesco Loreto, di 29 anni, lavoratore dipendente della Altertec e compagno di squadra di Petruccio. Prossime udienze, per le arringhe dei difensori, il 24 gennaio e l’8 febbraio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA