Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Morte Scardaci, indagato il conducente dell'auto

Il diciannovenne è deceduto dopo che il mezzo di cui viaggiava si è capovolto lungo la statale 123

Di Gaetano Ravana'

La notte di domenica 22 maggio, intorno alle ore 2, Angelo Scardaci, 19 anni, di Campobello di Licata, è stato a bordo, e non alla guida, di un’Opel Corsa insieme ad altri tre amici. Lungo la statale 123 tra Naro e Campobello di Licata, in contrada “Spagnolo”, per cause in corso di accertamento da parte dei poliziotti della Stradale di Agrigento e dei carabinieri della Compagnia di Agrigento, sono entrate in collisione tre automobili. L’Opel Corsa, con a bordo Scardaci, che si è schiantata contro una Fiat Punto, guidata da un licatese di 27 anni, e si è ribaltata sfondando il guardrail e precipitando in una scarpata a circa 14 metri dal ciglio della strada. E poi una terza auto, un’altra Opel Corsa, con a bordo una famiglia, padre, madre e due figlie, di Caltanissetta. Angelo Scardaci, ancora in vita, è stato subito trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” a Licata, dove è morto a causa delle gravi ferite subite. Ebbene adesso la Procura di Agrigento ha iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale, lesioni personali gravi e guida in stato d’ebbrezza il conducente dell’Opel Corsa con a bordo Scardaci. Si tratta di un giovane di 21 anni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: