Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Più diritti meno disuguaglianze: la Uil agrigentina a congresso

Domani, venerdì 3 giugno, alle 9, 30 appuntamento allo Spazio Temenos di Agrigento. Si comincia con la relazione del Segretario generale della Uil Cst, Gero Acquisto

Di Gaetano Ravana'

Si celebra venerdì 3 giugno il diciottesimo congresso territoriale CST Uil di Agrigento. Lo slogan di quest'anno è "Più diritti meno disuguaglianze". I lavori avranno inizio alle 9,30 con la relazione del Segretario generale Uil CST di Agrigento, Gero Acquisto. Alle 11,30 seguiranno gli interventi del Segretario generale Uil Sicilia ed Area vasta, Luisella Lionti e del Segretario generale Uil pensionati, Carmelo Barbagallo. Alle 13 sono previste le conclusioni affidate al Segretario Confederale Uil nazionale, Tiziana Bocchi. Alle 13,30 avverrà l'elezione degli organismi.

Pubblicità

L'appuntamento è dalle ore 9, con l'accredito dei delegati allo Spazio Temenos di Agrigento.
Dopo tredici congressi, Uilposte, Uil pensionati, Filbi Uil, Uil Trasporti, UilTemp, UilM, Uilpa, Ex esattoriali, UilteC, Uil Fpl, UilCa, UilCom e Uila, venerdì 3 giugno, quindi, il gran finale.
"Abbiamo ribadito, in queste ultime settimane di congressi - dice il Segretario generale Gero Acquisto - verso i pensionati, i disoccupati, i cittadini tutti, soprattutto quelli che vivono in condizioni difficili per via della recessione in atto che la pandemia Covid ha accentuato in una provincia come quella nostra da sempre agli ultimi posti nelle classifiche della qualità della vita. La Uil sarà sempre al fianco di chi soffre, è nel nostro DNA difendere le fasce più deboli della società. È un momento difficile a livello internazionale sia per la pandemia, che comunque sembra arrestarsi, che per la guerra in Ucraina. Abbiamo notato che generi di prima necessità, gas e corrente elettrica hanno subito e continuano a subire degli aumenti spropositati che stanno mettendo sempre più in crisi famiglie e imprese. Ci siamo attivati a livello nazionale per cercare di costringere il Governo ad intervenire, alcune battaglie le abbiamo vinte, altre le stiamo combattendo. Così come ogni giorno le nostre sedi fanno anche l'impossibile per aiutare i cittadini nel riconoscimento dei loro diritti. La Uil sarà sempre in prima linea, proprio per questo motivo abbiamo lanciato anche quest'anno lo slogan più diritti e meno disuguaglianze".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: