Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Punta Bianca ripulita da un esercito di volontari

Nell'ambito della Giornata mondiale dell'Ambiente, anche le forze dell'ordine hanno aderito all'appello lanciato dalle associazioni ambientaliste Mareamico e Marevivo

Di Gaetano Ravanà

In occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente, i volontari delle associazioni ambientaliste di MareAmico e MareVivo, in collaborazione con un centinaio di cittadini, hanno organizzato una manifestazione a Punta Bianca, riserva naturale a sud-est di Agrigento. L’evento è coinciso con l’annuale e ormai tradizionale pulizia ad inizio della stagione estiva dello splendido tratto di costa tra Agrigento e Palma di Montechiaro, all’insegna della tutela del territorio e dello sport. Gli agrigentini si sono così riappropriati di uno spazio da decenni assediato dalle esercitazioni militari, concluse definitivamente pochi mesi addietro. E ciò in attesa del sigillo ufficiale sulla designazione di riserva naturale. I presidenti di Mareamico Agrigento e di Marevivo Sicilia, Claudio Lombardo e Fabio Galluzzo, si sono avvalsi del supporto di un gruppo di bikers protagonisti di un tour nell’area. Al fianco delle due associazioni ambientaliste vi sono stati anche degli appassionati di sup e canoa che hanno raccolto i rifiuti in mare, ed un gruppo di cavalieri che hanno sperimentato la raccolta dei rifiuti in sella ai loro amici a quattro zampe. Il momento più atteso, soprattutto dai numerosi bambini presenti, è stato il rilascio in mare di una tartaruga Caretta caretta, curata dai veterinari dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia “Adelmo Mirri”. La tartaruga è stata battezzata per l’occasione “Bianca”, dal nome del luogo da dove è stata restituita al suo habitat naturale. Alla manifestazione hanno aderito e partecipato l’Arma dei Carabinieri, capitanata dal comandante provinciale, il Colonnello Vittorio Stingo, e il comandante della Capitaneria di Porto Empedocle, Fabio Serafino. A rendere gli onori di casa è stato il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, che ha ribadito massima disponibilità al recupero dell’ex caserma della Guardia di Finanza, che troneggia sulla marna di Punta Bianca. MareAmico e MareVivo hanno già proposto di destinare tale struttura, dopo il restauro, a museo etno-antropologico, punto di riferimento per i turisti e centro di educazione ambientale. Testimonianza di attenzione e condivisione anche da parte del Distretto turistico “Valle dei Templi”, presente a Punta Bianca tramite l’amministratore, Fabrizio La Gaipa. Durante i giorni precedenti anche gli abitanti del luogo si sono prodigati alla riuscita della manifestazione. Hanno contribuito al miglioramento del sistema viario, alla segnaletica e all’accoglienza. L’operazione di pulizia è terminata con la raccolta di oltre 50 sacchi di rifiuti.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA