Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Recuperato bombardiere americano

Era stato impegnato nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Archeologi e soldati hanno scavato per un mese e mezzo

Di Gaetano Ravanà

Trenta soldati americani durante la missione in Sicilia della Defense Pow/Mia Accounting, del Dipartimento americano della Difesa, e l’archeologo Clive Vella,  hanno scavato per un mese e mezzo, e nei giorni scorsi hanno ritrovato e recuperato i resti di un bombardiere americano B25, abbattuto vicino Sciacca nel 1943, durante la Seconda Guerra Mondiale, e di cinque dei sei avieri che vi erano a bordo. Oggi sono rientrati negli Stati Uniti con i reperti recuperati.

Pubblicità

Ora le “evidenze” – come le chiamano i tecnici che hanno condotto le ricerche – verranno trasferite nei laboratori di Omaha, in Nebraska, per comparare il Dna con quello dei parenti ancora vivi. L’aereo era stato abbattuto il 10 luglio 1943. Partito dalla Tunisia sarebbe dovuto atterrare in un’area adibita ad aeroporto a Sciacca, ma venne colpito dalla contraerea tedesca. La ricerca ha avuto inizio nel 2017, quest’anno lo scavo, e il ritrovamento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA