Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Scala dei Turchi, la Regione getta acqua sul fuoco: «Troveremo una soluzione tra Comune e proprietario»

L'assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro, interviene sull’acceso dibattito sulla gestione del bene dopo la provocazione del proprietario di una parte della scogliera, che si è detto disposto a venderla all’asta

Di Redazione

«Il governo Musumeci ha attivato da tempo le procedure per definire positivamente il futuro della Scala dei Turchi e la prossima settimana abbiamo convocato una riunione per individuare la soluzione migliore che porti a una conclusione rapida della vicenda, soddisfacente per tutte le parti in causa». Lo dichiara l’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto Cordaro, in merito all’acceso dibattito sulla gestione della famosa distesa di marna bianca nell’Agrigentino, dopo la provocazione del proprietario di una parte della scogliera, che si è detto disposto a venderla all’asta. 

Pubblicità

 

 

 

«Come sanno bene il privato e il suo legale - precisa l'assessore Cordaro - la Regione Siciliana si è da subito fortemente impegnata per la risoluzione del problema, interessata alla tutela e alla valorizzazione di un bene di grande pregio naturalistico. Si è dovuta attendere la conclusione dell’iter giudiziario che, per alcuni anni, ha interrotto sub iudice la questione relativa alla titolarità del bene. Ma la Regione ha lavorato e continuerà ad adoperarsi per trovare la sintesi tra il Comune di Realmonte, che rivendica la titolarità della gestione, e il proprietario che deve cederla in maniera giuridicamente corretta». 

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA