Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Volevano bruciare la scuola, scritte con tanto di insulti al preside

Emergono altri particolari sul raid vandalico di alcuni ignoti alla scuola "Re Capriata". Indaga la Polizia

Di Gaetano Ravanà

Emergono altri particolari sul raid vandalico compiuto all’edificio scolastico “Re Capriata” di via Campobello, a Licata. I teppisti hanno appiccato un incendio in tre punti diversi della scuola. E al momento del sopralluogo della polizia sono state trovate delle scritte ingiuriose nei confronti del preside. I poliziotti del locale Commissariato, dopo il sopralluogo, hanno avviato l’attività investigativa per provare ad identificare gli autori del brutto gesto.

Pubblicità

Dal sopralluogo effettuato dai Vigili del fuoco e dal personale della Scientifica, è stato accertato che qualcuno ha appiccato le fiamme in tre diversi punti dell’edificio scolastico: uno al piano terra e altri due al primo piano. E sempre al primo piano, gli agenti hanno trovato le scritte ingiuriose nei confronti del dirigente scolastico. Della vicenda è stata informata la Procura della Repubblica di Agrigento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA