Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Volley A2: la Seap Aragona costretta a cambiare casa per le partite interne

Il presidente Di Giacomo ha incontrato l'assessore allo Sport, Culla, per avere l'ok alla palestra distrettuale. In caso contrario il trasferimento a Canicattì. Intanto, arrivano le prime cinque conferme

Di Gaetano Ravanà

La Seap Dalli Cardillo Aragona comunica che gli incontri casalinghi del prossimo campionato di Serie A2 non potranno disputarsi al palasport Pippo Nicosia. Infatti, lo storico e glorioso palazzetto di Agrigento non ha i requisiti richiesti per poter ospitare le gare del secondo massimo campionato nazionale di pallavolo femminile. Il nuovo regolamento della Lega Pallavolo Serie A Femminile non prevede più nessuna deroga, come accadeva in passato. In particolare, l’altezza del tetto non ha la misura standard di 7 metri e 50 centimetri così come prevede il regolamento Fipav. Il tetto del “Pippo Nicosia” ha un’altezza di 7 metri. E’ quanto rilevato dall’architetto Alessandro Pirona, responsabile Organizzazione e Logistica della Lega Pallavolo Serie A Femminile che, dopo un recente sopralluogo al palasport Pippo Nicosia, non ha rilasciato l’omologazione. La società biancazzurra, dunque, si è subito messa in moto ed è corsa ai ripari per reperire un campo alternativo. Il presidente Nino Di Giacomo e l’architetto Alessandro Pirona hanno visitato il palasport di Canicattì e la nuova palestra distrettuale di Agrigento in piazza Ugo La Malfa. Entrambe le strutture hanno ottenuto l’omologazione per la disputa delle partita di serie A2. Il Presidente Nino Di Giacomo ha subito incontrato l’assessore allo Sport del Comune di Agrigento Costantino Ciulla per trovare un’intesa e rendere agibile la moderna palestra distrettuale entro il prossimo 10 ottobre, data d’inizio del campionato di Serie A2. L’Assessore Ciulla ha garantito il massimo impegno per la risoluzione del problema in tempi rapidi. Se per quella data la struttura di Agrigento non dovesse essere pronta, la Seap Dalli Cardillo Aragona sarà costretta a giocare le partite casalinghe al palasport “Giudici Saetta e Livatino” di Canicattì. Nel frattempo la preparazione atletica e gli allenamenti saranno svolti al palasport Pippo Nicosia di Agrigento. Gli identici problemi sono stati riscontrati da tante altre società del campionato di Serie A2 che a causa dell’altezza del tetto non conforme al nuovo regolamento sono state costrette, con non poche difficoltà, a trovare campi alternativi, anche in città e paesi limitrofi, per disputare le gare interne.

Pubblicità

La società biancoazzurra, nel frattempo, comunica di aver riconfermato cinque atlete nella squadra che comporrà la rosa della Seap Dalli Cardillo Aragona nel prossimo impegnativo campionato di Serie A2 femminile. Si tratta di capitan Serena Moneta, schiacciatrice di grande esperienza classe 1990, che si appresta a disputare la terza stagione di fila con la formazione aragonese; la palleggiatrice di indiscusso valore tecnico e professionale Valeria Caracuta classe 1987, reduce da un’ottima stagione in Serie B1; l’opposto Sara Stival classe 2001, autentica sorpresa dello scorso campionato con prestazioni eccellenti ed una caterva di punti contro ogni avversario; la catanese Federica Vittorio classe 1991, alla terza stagione in maglia Seap Dalli Cardillo Aragona, uno dei migliori liberi della scorsa stagione e un’autentica sicurezza in difesa e ricezione; Fabiola Ruffa classe 2000, atleta che ricopre il ruolo di libero ma che all’occorrenza può essere utilizzata sia nel fondamentale della battuta che in prima linea per le sue capacità tecniche. Le cinque atlete riconfermate sono reduci da una stagione molto positiva dal punto di vista tecnico, unite a una grande serietà e professionalità. Tutte doti che hanno convinto la società a confermare la propria fiducia a Moneta, Caracuta, Stival, Vittorio e Ruffa, pronte a mostrare nuovamente il loro valore anche in Serie A2. Le riconfermate si dichiarano soddisfatte e contente di poter continuare a giocare con la maglia della Seap Dalli Cardillo Aragona e di misurarsi in un campionato che si preannuncia avvincente, equilibrato e ricco di sorprese. Moneta, Caracuta, Stival, Vittorio e Ruffa affermano: “Ringraziano la società, ed in particolare il Presidente Nino Di Giacomo, per la fiducia che ci ha dato l’anno passato e per quella che ci ha riconfermato quest’anno. Siamo pronte per questa nuova avventura in Serie A2 e cogliamo l’occasione per salutare tutti i tifosi, con la speranza di poterci incontrare presto”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA