Notizie Locali


SEZIONI
Catania 26°

Agrigento

Nuovo capolavoro per la licatese Teresa Letizia Bontà

Di Redazione |

Gli addii o meglio l’eco di un addio. La fotografa licatese, Teresa Letizia Bontà, ritorna con un lavoro straordinario che stupisce anche i più scettici. Davvero mozzafiato gli scatti.

“L’eco di un addio, un suono che non accetta – dice la professionista della macchina fotografica – di dover scomparire e per non morire, si diffonderà e darà voce alla speranza, finché potrà. Gli addii sono muti, i veri addii non si annunciano: ti spezzano dentro, si ripiegano su se stessi e tolgono il respiro. Ora farai i conti con la mancanza, quella vera, non ti mancherà un corpo, non sarà un gesto a stropicciarti gli angoli degli occhi e no, non saranno le lacrime a farti capire l’entità della tua perdita. Non ti mancherà solo un corpo da ammirare e accarezzare, non sentirai l’assenza di un bacio o di una canzone, nulla di tutto questo. Sentirai freddo e nulla riuscirà a scaldarti, ingoierai il terrore e abbraccerai la notte, senza dormire e con troppi pensieri in testa ti chiederai dove hai sbagliato, ti rimprovererai per colpe che hai commesso e per tutto ciò che non t’appartiene. Attraverserai il viale dei ricordi, idealizzerai il bello e nasconderai il marcio ai margini della memoria. Ancora ed ancora, rivivrai le stesse scene, gli stessi sguardi, i medesimi sospiri. Crederai di morire e forse un pezzo della tua anima, crederà di essere morta, ma si sarà solo smarrita nel labirinto del dolore. Ad un addio si può sopravvivere, passo dopo passo, respirando piano, senza fretta, con tante cadute e troppe lacrime perse. Ad un addio si può vivere…. L’anima muore, si lascia andare al dolore aspettando di risorgere con molta più saggezza , l’anima si lascia trasportare come il fumo dal vento portando con sé ogni dolore. L’anima è lì, a nessuno si augura la morte dell’anima, ma a volte è il passaggio fondamentale per risorgere”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: