Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Licata, consigliere comunale spara quattro colpi di pistola contro il socio in affari

Gaetano Aronica eletto con la Lega ha fatto fuoco contro un imprenditore col quale aveva dei dissidi economici. Le telecamere hanno ripreso l'agguato 

Di Redazione
Pubblicità

E’ un consigliere comunale eletto nella lista Noi con Salvini l’uomo denunciato alla Procura della Repubblica di Agrigento per tentato omicidio e porto abusivo di arma da fuoco. Si tratta di Gaetano Aronica, 48 anni, che ha sparato quattro colpi di pistola all’indirizzo del socio in affari, con cui gestisce un’agenzia di onoranze funebri. Aronica si è poi costituito accompagnato dal legale di fiducia.

Gaetano Aronica era stato eletto nel 2018 con la Lega ottenendo 373 preferenze (anche se dalla Lega fanno sapere che non è stato mai tesserato), E’ stato lui stesso a far ritrovare la pistola ai carabinieri durante la perquisizione. Il movente del tentato omicidio sarebbe da ricondurre ad una serie di contrasti di natura economica con il socio. La sparatoria è avvenuta in via Grangela a Licata. Dei quattro colpi solo uno è andato a segno colpendo di striscio ad un braccio l’imprenditore 71enne che è stato soccorso e trasferito all’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata con una prognosi di venti giorni.

Appena una settimana fa, all’indirizzo della stessa agenzia di onoranze funebri, erano stati esplosi diversi colpi di arma da fuoco.

In una nota sezione della Lega di Licata precisa che «il consigliere comunale Gaetano Aronica non è tesserato, né ricopre o ha ricoperto altri ruoli all’interno» del partito» e che alle amministrative del 2018 «era sì candidato nella lista della Lega, ma non si é mai dichiarato Lega all’interno del consiglio comunale, ed è da anni un consigliere civico, addirittura per un periodo a sostegno dell’attuale sindaco». La Lega invita chi lo ha fatto a «voler rettificare quanto erroneamente affermato, attribuendo ad Aronica un’appartenenza politica non corrispondente alla realtà dei fatti». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti:
Pubblicità