Notizie locali
Pubblicità

Archivio

​Certificazioni di lingua inglese: ecco le più utili per lavorare in Inghilterra

Di Redazione

Il tuo sogno nel cassetto è sempre stato quello di trasferirti nel Regno Unito e trovare un lavoro in questo Paese? Non sei sicuramente l'unico, perché sono davvero moltissimi i ragazzi che hanno fatto questa scelta e che continuano a compierla, vuoi perché in Italia non trovano un impiego che li soddisfi, vuoi perché preferiscono vivere in un Paese straniero. Indipendentemente dalle tue motivazioni, quel che è certo è che al giorno d'oggi per lavorare in UK occorre un visto: dopo la Brexit, infatti, entrare in Inghilterra non è più semplice come un tempo.

Pubblicità

Per ottenere il visto, bisogna dimostrare di conoscere molto bene la lingua inglese esibendo un attestato che sia riconosciuto in Gran Bretagna. In sostanza, dunque, devi ottenere una certificazione di lingue e le principali tra cui puoi scegliere sono 3: IELTS, FCE e BEC. Per prepararti al meglio e superare il test ti conviene seguire delle lezioni specifiche: se cerchi in Google “corso di inglese Catania” puoi trovare varie opzioni ma la migliore è la scuola MyES.

​Le 3 certificazioni di lingua più diffuse per lavorare in Inghilterra dopo la Brexit

I più diffusi SELT (Secure English Language Test) che consentono di apprendere al meglio la lingua inglese e certificare la propria conoscenza sono 3 appunto IELTS, FCE e BEC. Vediamo nel dettaglio come funzionano.

#1 IELTS (International English Language Testing System)

Lo IELTS è una certificazione riconosciuta in Inghilterra ma anche in tutti gli altri Paesi anglofoni ed è la più diffusa in quanto richiesta spesso dalle aziende. Prevede 4 prove basate sulle principali abilità che occorre possedere ossia lettura (reading), scrittura (writing), ascolto (listening) e colloquio orale (speaking). Al termine dell'esame ad ogni candidato viene assegnato un punteggio che può andare da un minimo di 1 (in tal caso il test non è superato) ad un massimo di 9. Lo IELTS ha una validità di 2 anni.

#2 FCE (First Certificate English)

Questa certificazione è conosciuta anche con il nome di B2 First e rientra nel sistema ESOL elaborato dall'Università di Cambridge. È riconosciuta in tutto il mondo e sicuramente molto utile, anche perché non ha una scadenza. Anche in questo caso, il test è suddiviso in 4 parti e al termine della prova viene rilasciata la certificazione, senza un punteggio specifico.

​#3 BEC (Business English Certificate)

Anche la BEC è una certificazione di inglese che rientra nel sistema ESOL, che, come abbiamo citato sopra, è stata elaborato dall'organismo dell'Università di Cambridge dedicato ad organizzare e gestire esami per la valutazione della conoscenza della lingua inglese. Questa certificazione è quella più consigliata per chi intende lavorare in Inghilterra. A differenza delle precedenti, il BEC è maggiormente concentrato sul Business English ed attesta infatti le competenze linguistiche in tale contesto. L'esame BEC è articolato in 3 livelli: il livello B1 è quello del PET, il B2 quello del FCE o First e il livello C1 è il più difficile e corrisponde al CAE. Questa è sicuramente la certificazione più completa, ma anche quella maggiormente impegnativa. Per riuscire a superare il test bisogna dimostrare una conoscenza approfondita del Business English ed è necessario aver prima seguito delle lezioni mirate in preparazione all'esame.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA