Notizie locali
Pubblicità

Archivio

"Luce e santità", arte ed eventi a misura di famiglia

Intervista al sindaco Luca Cannata sull’estate avolese: «Non solo stranieri, è ancora boom del turismo di prossimità»

Di Anna Murè

La stagione è ormai cominciata e i primi numeri relativi agli arrivi lasciano ben sperare in una ripresa del settore turistico. In attesa delle settimane “clou”, parliamo dell’estate avolese con il primo cittadino, Luca Cannata.

Pubblicità

Dopo lunghi mesi di stop forzato, la città adesso è pronta ad accogliere i turisti?

«La voglia di estate in libertà è tanta e abbiamo già parecchie presenze in città con prenotazioni in continuo aumento. Nelle ultime settimane c’è già stato un trend in crescita, merito anche dello standard qualitativo dell’offerta complessiva».

«Avola infatti offre il mare, la natura, le tradizioni e ciò è stato è possibile grazie a un lavoro di visione che abbiamo messo in campo in questi anni. Un lavoro di sinergia tra pubblico e privato, per la crescita della nostra città, che vede di continuo lo sforzo da parte delle istituzioni in un coinvolgimento attivo dell’intera comunità».

«Tanti, soprattutto giovani, hanno creduto e investito nel settore turistico. Oggi Avola raccoglie i suoi frutti».

Come sarà possibile conciliare l’organizzazione di manifestazioni con le esigenze di sicurezza?

«Stiamo organizzando una serie di eventi dislocati in più scenari: dal centro storico, con la villa del palazzo di città, il cortile di pietra e il parco delle Rimembranze della stazione fino al centro culturale giovanile e anche il bellissimo eremo della Madonna delle Grazie di Avola Antica».

«Non ci sarà il classico concerto del lunedì di Santa Venera in piazza Umberto I, ma stiamo preparando un grande evento con un visual artist internazionale».

Si iniziano a vedere i primi turisti stranieri, ma anche per questa estate è atteso il cosiddetto “turismo di prossimità”.

«Sì e Avola è scelta sempre di più dalle famiglie. Abbiamo lavorato tanto per offrire spazi e servizi dedicati ai più piccoli ed esperienze pensate per i bambini ma adatte a tutta la famiglia per scoprire la città e le sue bellezze».

«Siamo orgogliosi di ospitare una grande manifestazione dedicata proprio ai bimbi in collaborazione con il colosso nazionale Rainbow spa . L’azienda delle “Winx” ha scelto proprio la nostra città per l’evento “44 Gatti summer”, ispirato alla serie televisiva di Ray Yo Yo, in collaborazione con “Soluna Eventi”, licenziatario italiano. La nostra, infatti, è una visione di città a misura di famiglie, perché una città a dimensione di bambino migliora la qualità di vita di tutti e in termini di ricettività siamo pronti in tal senso».

«Avola è, poi, una città inclusiva, attenta alle necessità di tutti. Non a caso siamo stato il primo comune siciliano a ricevere la bandiera lilla, simbolo della qualità dei servizi turistici rivolti ed offerti a persone diversamente abili, compreso anche un grandissimo parco giochi inclusivo».

«Naturalmente anche moltissimi giovani, attratti dalla movida e dalle spiagge raggiungibili con una semplice passeggiata, scelgono Avola».

Gli avolesi sono legatissimi alla loro Santa Patrona, la cui parrocchia quest’anno festeggia i 100 anni di attività. Come si prepara la città a questo evento?

«Abbiamo unito la profonda devozione per Santa Venera a un evento di caratura internazionale: “Luce e Santità”. La città si vestirà di luce, simbolo di vita e di rinascita con le installazioni di Marco Lodola uno dei fondatori del “Nuovo futurismo” che collabora tra gli altri con Dior, Carlsberg, Coca Cola, Coveri, Dash, Ducati, Fabbri, Illy, Swatch e Seat. Sarà un evento straordinario per gli estimatori dell’arte contemporanea».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: