Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

Archivio

Fase 3: associazione parenti, ‘giorno positivo, speranza da prime visite Trivulzio’

Di Redazione |

Milano, 22 giu. (Adnkronos) – “Una giornata positiva, piena di speranza per il futuro. Dopo tre mesi e mezzo alcuni familiari hanno potuto rivedere i propri parenti, un passaggio importante per chi ha potuto varcare l’ingresso e per i fragili pazienti”. Lo afferma Fabio Scottà, vicepresidente dell’associazione ‘Felicita’ nata per dare stabilità organizzativa all’attività del comitato ‘Giustizia e Verità per il Trivulzio’ creato durante l’emergenza coronavirus per riunire i familiari dei degenti della Rsa e che in poco tempo ha raccolto oltre 150 tra parenti e personale sanitario del Pat.

“E’ il primo giorno di riapertura in forma sperimentale, ridotta, che consente su appuntamento a quattro pazienti di incontrare un proprio familiare – spiega all’Adnkronos – . La sperimentazione durerà una decina di giorni”, poi il numero di incontri potrebbe aumentare. “E’ un’apertura parziale, ma è un passo importante e molto significativo. E’ dal 9 maggio che chiedevamo questa possibilità. Dopo l’incontro con il prefetto di Milano Renato Saccone che ci ha mostrato un interesse profondo e partecipato, finalmente questo giorno è arrivato”, conclude Scottà.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: