Notizie Locali


SEZIONI
°

Archivio

Flowdron: parte la campagna di crowdfunding per l’app dedicata ai Droni

Di Redazione |

Cos’è Flowdron

La Flowdron S.r.l. è una startup il cui obiettivo è quello di unire la richiesta, sempre crescente, di coloro che hanno la necessità di utilizzare un drone, con l’offerta di chi ha TUTTE le qualifiche per pilotarlo. Chiunque ne abbia a disposizione uno e ed abbia conseguito l’attestato di volo rilasciato dall’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile, così come vuole la normativa vigente, potrà scaricare l’apposita app Flowdron da Google Play o App Store, inserire i propri dati e registrarsi. In questo modo agli utenti interessati viene offerta la possibilità di usufruire di droni per qualsiasi tipologia di servizio.

I piloti professionisti potranno così, valorizzare e dare maggiore visibilità alla propria attività e, allo stesso tempo, i potenziali clienti hanno la possibilità di contattare direttamente i dronisti, tenendo sempre conto della disponibilità e della geolocalizzazione.

Ed è proprio il dronista il vero cuore pulsante del progetto Flowdron. Il pilota di Droni, infatti, una volta registrato sulla piattaforma potrà gestire la propria agenda in funzione degli impegni. Ma non solo. Avrà la possibilità di utilizzare i tantissimi servizi messi a disposizione dagli specialisti di Flowdron, come la vendita dei video o filmati prodotti. Flowdron diventa, quindi, un vero e proprio strumento di lavoro che permette di massimizzare i guadagni e, al tempo stesso, ottimizzare l’organizzazione del lavoro del dronista a cui sarà spiegato tutto una volta iscritto.

Flowdron è una società nata nel 2017 dalla volontà di Rudy Lazzarin, Founder, e Paolo Affolti, Co Founder: ex agente immobiliare e studioso di digital dal 2011 il primo ed esperto di sicurezza il secondo, hanno unito le loro competenze e passioni con lo scopo di dare vita al più grande mercato verticale di droni In Europa. Dello straordinario Team fanno parte: Carlo Francesco Dettori, serial enterpreneur, Diego Camnasio 15 anni di esperienza nel settore Bancario, Luca Antonio Bodini informatico da oltre 22 anni con la sua società Easytech di Bergamo e Patrizia Marcazzan Avvocato del Foro di Milano.

Il mercato dei Droni In Italia

In Italia si contano oltre 50000 dronisti e l’obiettivo è quello di raggiungerne 7,5 milioni in Europa entro il 2035 grazie, tra gli altri, all’apertura di una campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma Opstart.it, con il fine di raggiungere un minimo di 150.000. Chiunque decida di sostenere questa innovativa startup investendo un capitale, più o meno cospicuo, diverrà parte integrante della Flowdron contribuendo alla sua concorrenzialità nei mercati europei grazie allo sviluppo e alla realizzazione di progetti sempre più ambiziosi che coinvolgeranno i professionisti del settore.

Entro il 2028 ci si aspetta di avere a disposizione circa 125000 droni che possano essere impiegati nei più disparati settori professionali e non. Già nei primi anni sono stati compiuti appena più di 10.000 interventi, per lo più per la realizzazione di servizi video, di cui una percentuale molto alta, il 79%, ha coinvolto il nord Italia, in particolare il Piemonte.

A novembre l’app contava oltre 1000 iscritti, un numero in continua crescita grazie agli elevati standard qualitativi che vengono offerti. I dronisti possono proporre i propri servizi ad una platea di utenti molto ampia che si estende anche al di fuori del territorio nazionale, sempre tenendo in considerazione la distanza che si è disposti a raggiungere e che è possibile selezionare mediante appositi criteri di ricerca.

Un altro aspetto che rende questa app particolarmente funzionale ed efficace è la possibilità di aggiungere tutte le informazioni che si ritengono necessarie affinchè il servizio offerto risulti perfettamente congruo con i risultati desiderati. È infatti possibile individuare le fasceorarie in cui si garantisce la propria disponibilità che potrà essere modificata in ogni momento. Il dronista riceverà, direttamente sul proprio smartphone, tramite la pratica app, una notifica di avvenuta prenotazione da parte del cliente: avrà un’ora di tempo per accettarla o meno prima che essa venga inoltrata ad un altro professionista che risponda alle richieste dell’utente.

L’utilizzatore, di contro, può contare su una piattaforma dedicata alla quale accedere gratuitamente che eroga servizi di qualità rispettando elevati standard di sicurezza. Tutti i professionisti, infatti, per potersi iscrivere all’app devono necessariamente essere in possesso della certificazione di volo, il cui numero di licenza deve essere inserito in fase di registrazione, ed aver stipulato una polizza assicurativa. I clienti possono selezionare il servizio prescelto ed individuare il dronista a seconda delle proprie necessità, avendo anche la possibilità di leggere le recensioni dei precedenti utilizzatori e, a loro volta, lasciare dei feedback sul servizio ricevuto.

Un fattore altrettanto importante da non sottovalutare è la completa assenza di costi aggiuntivi che molte app richiedono al cliente al momento della prenotazione dell’intervento; Flowdron, infatti, consente di versare l’intero importo del servizio erogato direttamente al dronista.

Investimenti e detrazioni fiscali

Molto interessante è la possibilità di investire nell’app. Come abbiamo detto, infatti, è in partenza la campagna di equity crowdfunding sulla piattaforma Opstar che permetterà di diventare soci dell’azienda acquistando una quota della stessa.

La campagna, che ha un obiettivo minimo di 150 mila euro permetterà di investire in questa start up innovativa e, al tempo stesso, ottenere l’agevolazione fiscale prevista per legge. A tutte le persone fisiche che investono in startup innovative, infatti, viene riconosciuta una detrazione IRPEF pari al 50% della somma investita.

Per maggiori informazioni

Comunicato a cura di Img Solutions srl per FlowdronCOPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: