Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

Archivio

Intesa Sp: unica banca italiana in indici Dow Jones di sostenibilità economica

Di Redazione |

Milano, 14 set. (AdnKronos) – Per il nono anno consecutivo Intesa Sanpaolo è stata inclusa – unica banca italiana – negli indici finanziari Dow Jones Sustainability Index Europe e Dow Jones Sustainability Index World, tra i più importanti indici borsistici di sostenibilità mondiali ed europei. Il riconoscimento conferma Intesa Sanpaolo tra i gruppi più attivi al mondo in termini di sostenibilità economica, sociale e ambientale (ESG, Environment, Social, Governance), in linea con gli impegni indicati nel Piano d’Impresa 2018/2021.

A Intesa Sanpaolo è stato assegnato un punteggio complessivo pari a 78 su 100, rispetto a una media di settore di 46. È stato raggiunto il risultato massimo nelle sezioni dedicate all’inclusione finanziaria, alla gestione della relazione con la clientela, alla protezione della privacy e alla rendicontazione ambientale. Per quanto riguarda il settore finanziario, nel 2019 sono state 25 le banche inserite nel Dow Jones Sustainability Index World e 9 nell’indice Dow Jones Sustainability Index Europe.

Intesa Sanpaolo è da sempre in prima linea nella sostenibilità, un impegno che è stato confermato nel Piano di Impresa 2018-2021. L’impegno verso la sostenibilità ha consentito a Intesa Sanpaolo di ricevere diversi riconoscimenti, tra cui l’inclusione in numerosi indici di sostenibilità.

L’impegno verso la sostenibilità ambientale ha portato a dare continuità alle azioni di contenimento delle proprie emissioni di CO2 grazie a un piano pluriennale di azione e all’offerta di prodotti e servizi finanziari green, con finanziamenti pari a oltre 1,9 miliardi di euro erogati nel 2018. È stata la prima banca italiana ad emettere un Green Bond nel giugno 2017 per un importo complessivo di 500 milioni di euro per il finanziamento di progetti dedicati in particolare alle energie rinnovabili e all’efficienza energetica. I proventi del Green Bond hanno finanziato 75 progetti con un risparmio annuale di più di 353 mila tonnellate di emissioni di CO2 (pari alle emissioni annuali di circa 66.000 abitanti). Intesa Sanpaolo, in stretta partnership con la Fondazione Ellen MacArthur a favore dell’economia circolare, ha istituito un plafond creditizio di 5 miliardi di euro e ha lanciato il primo laboratorio italiano per la Circular Economy – insieme con la Fondazione Cariplo. Inoltre, nel 2018 è stato lanciato il fondo Eurizon Fund Absolute Green Bonds, il primo strumento istituito da un asset manager di matrice italiana specializzato sui mercati obbligazionari internazionali che permette di finanziare progetti legati all’ambiente.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: