Notizie Locali


SEZIONI
Catania 32°

Archivio

Mafia: conclusa gestione commissariale sala Bingo Palermo, Prefetto ‘Salvati 35 posti lavoro’ (2)

Di Redazione |

(AdnKronos) – “Esprimo la mia soddisfazione per la positiva gestione di una complessa e travagliata vicenda iniziata tre anni orsono, che ha reso possibile sottrarre l’esercizio del gioco del Bingo intestato a Kursaal ad accertati interessi di un pericoloso contesto mafioso, garantendo nel contempo le entrate all’ erario dello Stato con la contestuale salvaguardia di numerosi posti di lavoro – dice il Prefetto Antonella De Miro -Prezioso è stato il contributo offerto al Prefetto ed alla Commissione straordinaria dall’Anac che ha supportato la complessa evoluzione della vicenda per quanto riguarda gli aspetti giuridici concernenti tra l’altro anche profili di assoluta novità. Importante anche il coinvolgimento dell’Agenzia dei Monopoli, titolare dell’interesse statale in gioco, e come tale direttamente partecipe di tutto il lungo e difficile iter procedimentale”.

“Determinante il lavoro dei commissari, Avvocato dello Stato in pensione Maria Nicotra ed il commercialista Giuseppe Privitera, che con forte determinazione ed in un rapporto di massima sintonia e condivisione con il Prefetto, hanno voluto e saputo ricercare tutte le possibili soluzioni volte a superare le continue e defatiganti difficoltà di ordine giuridico ed economico, per l’assenza di un sostegno normativo specifico – spiega la Prefettura – Con grande spirito di sacrificio e generosità di intenti hanno messo la propria competenza e professionalità a servizio dell’interesse pubblico, particolarmente motivati dalla responsabile volontà, pienamente condivisa e sostenuta dal Prefetto, di tutelare 35 posti di lavoro cui corrispondono altrettanti padri e madri di famiglia che sarebbero altrimenti rimasti senza un’ occupazione”.

Il Prefetto conclude: “Una difficile sfida resa possibile anche grazie alla consapevole partecipazione dei lavoratori e del sindacato di riferimento che hanno avuto fiducia nell’operato del Prefetto e dei commissari”.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: