Notizie Locali


SEZIONI
Catania 30°

Palermo, alla stazione ferroviaria con una katana di 70 centimetri

Palermo, alla stazione ferroviaria con una katana di 70 centimetri

Denunciato un ragazzo per porto abusivo di arma: ai poliziotti della Polfer ha detto che si stava recando al Cosplay, la rassegna per gli appassionati del manga.

Di Redazione |

Si aggirava alla Stazione centrale di Palermo con una katana giapponese. E la polizia lo ha denunciato per porto abusivo di armi. A sorprenderlo gli agenti della Polizia Ferroviaria, durante un di pattugliamento sotto il porticato esterno, quello che dà sulla via Balsamo. E’ lì che hanno visto il ragazzo che, con fare disinvolto, si aggirava con una katana a tracolla. Il giovane ha cercato di spiegare che stava per recarsi al “Cosplay” organizzato alla Fiera del Mediterraneo, che altro non è che una rassegna dedicata ai manga ma non solo. Il Cosplay è, infatti, l’arte di interpretare gli atteggiamenti di un personaggio conosciuto, indossandone il costume. Ed il giovane fermato, appassionato di cultura giapponese, voleva interpretare proprio uno di questi personaggi, in una rassegna sullo yoga all’interno del “Cosplay”. Ma questo non ha convinto i poliziotti che non hanno potuto fare altro che denunciarlo per porto abusivo di armi bianche. La Katana aveva una lama in acciaio della lunghezza di 70 cm a punta non affilata ed era custodita in un fodero rigido, alla cui estremità vi erano uno stiletto in metallo di 20 cm ed un coltello a lama fissa di quasi 10 cm. La katana è stata sequestrata.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: