Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Strangolata e massacratacosì è stata uccisa Concetta

Strangolata e massacrata così è stata uccisa Concetta

I risultati dell’autopsia sul corpo di Concetta Traina, la giovane laureata in filosofia uccisa insieme con la mamma Angelina dall’ex fidanzato Mirko Lena che si è poi suicidato impiccandosi

Di Redazione |

AGRIGENTO – Il medico legale Giuseppe Ragazzi di Catania, incaricato dalla Procura di Agrigento, ha effettuato l’autopsia sulla salma di Concetta Traina, 27 anni, di San Giovanni Gemini (Ag), uccisa, assieme alla mamma Angelina Reina di 71 anni, dall’ex fidanzato Mirko Lena, 27 anni, che si è poi suicidato. Il sanitario avrebbe confermato che alla giovane laureata in filosofia è stata fracassata la base cranica. Stando ai rilievi autoptici, Concetta Traina è stata strangolata a mani nude. La ragazza sarebbe stata anche picchiata selvaggiamente: il medico legale ha riscontrato lividi su tutto il corpo. È stato effettuato anche un esame per appurare, quando arriveranno i risultati, se la ventisettenne abbia subito violenza sessuale. Oggi pomeriggio, lo stesso medico legale effettuerà l’autopsia sulle salme della mamma Angelina Reina e dell’assassino Mirko Lena.   L’arcivescovo di Agrigento, Francesco Montenegro, ha intanto sospeso i festeggiamenti di domenica in onore della Madonna della Provvidenza. Alle 21 di domenica, in chiesa Madre, è stata organizzata una veglia di preghiera. L’amministrazione comunale ha annullato la tradizionale fiera che avrebbe dovuto svolgersi nel fine settimana in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna. Il sindaco Carmelo Panepinto ha disposto che il giorno dei funerali sarà lutto cittadino. Le esequie di madre e figlia si terranno nella chiesa Madre, quelle del ragazzo nella chiesa Madonna di Fatima. «La chiesa invocherà misericordia e perdono divino – ha detto l’arciprete del paese, don Luca Restivo, – anche per il giovane Mirko».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA