Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

Tra compartecipazioni e prestitiil Catania discute di 24 giocatori

Tra compartecipazioni e prestiti il Catania discute di 24 giocatori la sorte di 24 giocatori: ecco la mappa della situazione

Entro il 20 giugno il Catania dovrà decidere il destino di 24 calciatori. Ecco la guida sulla quale i dirigenti etnei stanno lavorando per individuare gli elementi della squadra che da luglio lavorerà in ritiro a Torre del Grifo

Di Giovanni Finocchiaro |

Entro il 20 di questo mese, il Catania dovrà decidere il destino di 24 calciatori in bilico tra un futuro immediato in rossazzurro e la permanenza in altri club. Compartecipazioni, prestiti con diritto di riscatto e contro riscatto, prestiti secchi. Ecco la guida sulla quale i dirigenti etnei stanno lavorando per individuare gli elementi della squadra che da metà luglio lavorerà in ritiro a Torre del Grifo. I BIG. Senza dubbio buona parte delle attenzioni si concentrano su alcune firme illustri. Il centrocampista Lodi era in comproprietà col Genoa, ma – destinato a restare a Catania – è stato riscattato oggi. Tachtsidis, in contemporanea, è stato restituito al mittente, cioè al club ligure. Da settimane il Catania ha un canale aperto con lo Sporting Lisbona per riscattare il centrocampista Rinaudo, anche se il prezzo da pagare è molto alto: si parte da una base di 5 milioni. Teoricamente anche Andujar è in comproprietà col Napoli e andrà in Campania anche perché al Catania non interessa più. GLI ATTACCANTI. Infinita la pattuglia degli attaccanti che aspettano. Si va dal più ambito, il brasiliano Martinho, in prestito con diritto di riscatto col Verona, a Maxi Lopez, che la Samp non riscatterà ed è dunque destinato a tornare in Sicilia per essere girato altrove. Antenucci sta per essere riscattato dalla Ternana, Fedato (Samp), Catellani (Spezia), Nicastro (Rimini) Donnarumma (Cittadella) sono le altre compartecipazioni sulle quali il Catania lavora. Boateng è in prestito dal Milan con diritto di riscatto, stesso discorso per Barisic, che ha giocato nella Primavera rossonera. Cani è in prestito con diritto di riscatto della metà al Carpi, Stesso discorso per Doukara (Juve Stabia) e per Fedato (Samp). GLI ALTRI CASI. Il portiere Messina (Pro Patria) è in compartecipazione, così come il difensore Maran (Bassano, è il figlio del tecnico Rolando) e il centrocampista Benci (Sorrento). Guarente torna dal prestito secco dopo l’esperienza vissuta nel Chievo, il regista Moretti rientra dal Padova ma sarà ceduto altrove. Il portiere Terracciano è in prestito con diritto di riscatto dell’intero cartellino dopo colloqui con l’Avellino, club in cui s’è distinto nella stagione passata. Stesso discorso per Sciacca (Ternana). Biraghi è in prestito con diritto di riscatto della metà con il Cittadella.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: