Notizie Locali


SEZIONI
Catania 15°

Un petit tour sulle orme dei grandi viaggiatori del Settecento e dell'Ottocento.

“PETIT TOUR”, OTTAVIO CAPPELLANI NEL SUO PRIMO STAND UP COMEDY. DAL BAROCCO AL CANNOLO. “E’ TUTTA COLPA DI GOETHE!”. IL 22 LUGLIO ALLE 21.00 DA ZO (all’aperto)

Di Redazione |

Il Grand Tour, da Johann Wolfgang Goethe a Ottavio Cappellani. O forse al contrario. Perché nella storia della Sicilia non c’è un passato o un futuro, ma un eterno casino presente. Il Grand Tour era il viaggio che la giovane aristocrazia intellettuale europea faceva alla volta della Sicilia. Ottavio Cappellani rovescia il tavolo della cultura e con la sua visione satirica e feroce, colta e volgarissima, sempre politicamente scorretta,ci svela una Sicilia, dal barocco al cannolo, vista dai suoi occhi cinici, disincantati, dissacratori ed esilaranti. Dicono che la Stand Up Comedy sia la letteratura del futuro. E’ vero.

22 luglio spiazZoIngresso € 12

– Perché uno stand up comedy?

– Perché puoi dire di tutto. Anzi, l’essenza stessa dello e della stand up è dire tutto quello che vuoi, senza filtri, senza censure. Il risultato è sempre spiazzante, spesso esilarante.

– Da qualche anno si comincia a parlare di stand up anche in Italia.

– Sì, la seguo vagamente. Ma preferisco gli americani e gli inglesi, Gervais, Louis C.K., Izzard… gli italiani hanno una scuola nobilissima, quella di Walter Chiari, Aldo Fabrizi, quella dei monologhi di Fantastico al sabato sera. Ascendenza nobilissima, ripeto, ma non è la mia. La stand up italiana vuole essere politicamente scorretta, invece è profondamente democristiana.

– E la tua?

– La mia è quella di un barone pazzo e decaduto, che della Sicilia ne sa più di tutti voi messi insieme.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA