Notizie Locali


SEZIONI
Catania 15°

L'iniziativa

Calici e solidarietà: riparte dall’Etna l’appuntamento itinerante delle “Donne del vino”

A Castiglione di Sicilia l'appuntamento itinerante della delegazione con un pranzo solidale

Di Redazione |

Tappa sull’Etna per “DxD Calici di vita” l’appuntamento itinerante della delegazione Sicilia dell’Associazione Donne del Vino. Le professioniste della filiera vitivinicola si ritroveranno domenica 18 febbraio al Cave Ox di Castiglione di Sicilia nel Catanese per quello che ormai è definito un “Wine lunch solidale” pranzo con degustazione aperto a tutti, questa volta a sostegno dell’associazione Penelope (coordinamento solidarietà sociale e organizzazione no profit).  

«Il nostro impegno continua con il road show solidale voluto fortemente da Marisa Leo che ne era stata una delle promotrici – spiega la delegata per la Sicilia Roberta Urso – Parlando di vino, nostro elemento naturale, terremo alta l’asticella sul tema della violenza di genere con l’obiettivo di sensibilizzare e generare maggiore consapevolezza tra gli appassionati».  Una mission costante quella delle Donne del Vino, che hanno appena siglato a Roma il protocollo di intesa con la polizia di Stato per una collaborazione a stretto contatto, sempre dalla parte delle donne. 

L’appuntamento etneo prevede oltre al pranzo un’asta di vini da collezione, il cui ricavato andrà a supporto delle attività dell’associazione Penelope. «Viviamo in un ordine mondiale che permette il libero transito delle merci ma non degli esseri umani – sottolinea Giuseppe Bucolo, presidente Penelope – diventare “merci” è l’unica alternativa che offriamo a donne e uomini che aspirano a cambiare la loro vita o a sfuggire alla fame, alla violenza e a morte certa. “Merci” non solo per chi traffica, ma anche e soprattutto per chi fa richiesta ed uso di queste sul mercato dello sfruttamento sessuale e lavorativo. La mission di Penelope è la costruzione di reti di prossimità e protezione mirate a garantire il diritto all’autodeterminazione e il protagonismo sociale di chi è vittima di discriminazione, violenza o sfruttamento».

«Il Cave Ox è lieto ed onorato di ospitare questo evento dalle nobili intenzioni – precisa Sandro Dibella, oste e patron del locale – per l’occasione abbiamo scelto di assaporare un menù territoriale, la convivialità del cibo e il vino delle Donne del Vino contribuiranno a coinvolgere sempre più persone e a diffondere un messaggio di inclusione e rispetto. Viva le Donne e viva il vino».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA