Notizie locali
Pubblicità

BuonGusto

Quanta Sicilia nel dessert che ha regalato all'Italia il Mondiale di pasticceria

La Nazionale azzurra vince il titolo a Lione: protagoniste le arance Tarocco

Di Redazione

C’è molta Sicilia, almeno negli ingredienti, nella torta che ha permesso all’Italia di conquistare il campionato mondiale di pasticceria. La squadra composta dall’abruzzese Lorenzo Puca (pescara), Massimo Pica (Lombardia) e Andrea Restuccia (Piemonte) hanno vinto il titolo a Lione davanti Giappone e Francia. Undici in tutto le nazioni in gara.

Pubblicità

La Nazionale italiana ha realizzato un dessert al cioccolato da condividere, una torta gelato, un dessert da ristorante. La parte scenografica è stata una scultura di zucchero alta 165 centimetri e la pièce al cioccolato.

La squadra italiana allenata da Dalmasso ha avuto a disposizione 10 ore per realizzare il dolce da competizione. Ogni componente del team si è occupato di una parte della composizione. Andrea Restuccia si è “riconvertito” alla pasticceria poiché la prova di scultura del ghiaccio è stata eliminata. Al cioccolato c’era Massimo Pica, mentre Lorenzo Puca ha trasformato lo zucchero.

La Coupe du Monde de la Pâtisserie ha presentato così il dolce dell’Italia che ha scalato la classifica. E le arance Tarocco di Sicilia sono state protagonista nella specialità “desset” con un trionfo di frutti che vedeva anche esotico al rosso e un abbraccio di mandorle e vaniglia.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA