Notizie Locali


SEZIONI
°

l'inchiesta

Medico del Sant’Elia visitava anche nel suo studio privato: sequestrati 76mila euro

Il professionista aveva un contratto di esclusiva con l'ospedale di Caltanissetta

Di Redazione |

La Procura di Caltanissetta, su disposizione del GIP del Tribunale, ha sequestrato beni per circa 76.000 euro a un medico nisseno nell’ambito di una indagine per truffa aggravata ai danni dello Stato che ha coinvolto il professionista.

Le indagini, condotte dalla locale Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza, avrebbero consentito di rilevare che il medico, che aveva un contratto di rapporto esclusivo con l’ospedale Sant’Elia, avrebbe in realtà condotto una attività parallela presso il proprio studio, pur percependo indebitamente l’indennità riservata a questo tipo di contratto.

I finanzieri, a seguito del provvedimento del Gip su richiesta della Procura, hanno quindi bloccato e sottoposto a sequestro preventivo per equivalente i conti correnti e un immobile di proprietà dell’indagato fino al raggiungimento dell’importo di circa 76.000 euro corrispondente all’indennità che sarebbe stata indebitamente percepita dal professionista ed erogata dall’Ente Ospedaliero. Nel corso delle indagini sono stati acquisiti indizi di colpevolezza grazie alla documentazione acquisita a seguito di una perquisizione disposta dall’A.G. ed alle sommarie informazioni fornite dai pazienti.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: