Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

il caso

«Quel migrante mi ha violentata», ma non era vero: donna denunciata a Caltanissetta

La cinquantenne ha accusato un ragazzo ospite del Cara. Ma la videosorveglianza l'ha smentita. Ora è accusata di calunnia

Di Redazione |

Non c’è stato alcun tentativo di violenza sessuale e, dopo la visione delle telecamere da parte della polizia, le accuse da parte di una donna a un ragazzo si sono rivelate totalmente false.

L’episodio si è verificato a Caltanissetta martedì sera. Una donna di circa 50 anni, mentre si trovava in centro, a pochi passi da piazza Garibaldi, aveva detto di essere stata vittima di violenza sessuale tanto che due donne erano subito corse in suo aiuto. Ad essere accusato era stato un migrante un ospite del Cara, che a quel punto era stato condotto in questura dai poliziotti che erano giunti pochi minuti dopo la chiamata al numero di emergenza.

Nel frattempo per la donna si era attivato il «codice rosa» e un’ambulanza del 118 l’aveva trasportata in pronto soccorso. Ma a quanto pare il racconto della donna si sarebbe rivelato subito falso e, allo stesso tempo, le parole del giovane sarebbero apparse sincere agli investigatori che hanno immediatamente acquisito le immagini delle telecamere. In effetti non si era consumato nessun tentativo di violenza. I due si erano incontrati ma l’uomo non avrebbe fatto nulla di quanto raccontato dalla cinquantenne che adesso sarà denunciata per calunnia.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: