Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

L'attentato

Castiglione, a fuoco le due auto dell’imprenditore ed ex consigliere comunale Conti. Lui: «Qualcuno ha appiccato le fiamme»

Erano parcheggiate sotto casa della vittima

Di Mario Previtera |

Un duplice attentato incendiario che scuote l’apparentemente tranquilla comunità di Castiglione Sicilia si è verificato, la notte scorsa, in via Rosario Cimino nella zona residenziale del piccolo centro etneo.In fiamme le due vetture appartenenti ad un imprenditore nel settore turistico ricettivo sull’Etna, ex consigliere comunale, Alfio Conti, che abita poco distante. L’incendio ha divorato un suv Peugeot 3008 e una Land Rover, le vetture erano parcheggiate sul ciglio della strada, una distante dall’altra. Una delle due vetture era di proprietà della moglie di Conti, designata assessore della lista civica perdente alle ultime elezioni amministrative, prima dello scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose, nel maggio scorso.

Il rogo nella notte

L’episodio è avvenuto attorno alle 22 di ieri e, ad accorgersi dell’incendio è stato lo stesso proprietario, Alfio Conti che si è precipitato sulla strada dopo avere udito a distanza alcuni botti e l’antifurto che suonava. «Prima dell’arrivo dei vigili del fuoco – afferma Conti – ho iniziato autonomamente a spegnere le fiamme, ho subito capito che si trattava di un attentato incendiario. Per le caratteristiche dell’incendio. Qualcuno ha versato del liquido infiammabile alle due vetture per poi appiccare deliberatamente il fuoco».

Chi è Alfio Conti

Conti è persona nota a Castiglione. Oltre che per il suo passato di consigliere comunale, dal 2012 al 2017, per la sua attività imprenditoriale. E’ infatti il titolare – dopo una complessa aggiudicazione delle licenze (per una durata di 9 anni) – per collegare, attraverso la pista altomontana, Piano Provenzana con le zone sommitali dell’Etna. «Sono stato sentito dai carabinieri raccontando l’accaduto – afferma Conti -. Non posso ipotizzare con certezza i motivi ma li posso intuire. Questo duplice incendio non mi ferma, anzi mi spinge ancora ad avere assoluta determinazione nelle mie scelte di vita e come imprenditore. So di essere un rompiscatole, sono per affermare la legalità e nessuno mi fermerà. Io non mollo».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: