Notizie locali
Pubblicità

Catania

A Castiglione di Sicilia parte la vendita di "Case a 1 euro": c'è tempo fino al 27 marzo

In questo primo lotto sono due gli immobili che potranno essere aggiudicati a prezzi simbolici e comunque in base all’offerta pervenuta al Comune

Di Redazione

Al via il bando per la vendita all’asta dei primi immobili del progetto «Case ad 1 euro» a Castiglione di Sicilia (Catania). Superate le lungaggini burocratiche adesso l’iniziativa entra nella fase esecutiva che punta al recupero del centro storico. In questo primo lotto sono due gli immobili che potranno essere aggiudicati a prezzi simbolici e comunque in base all’offerta pervenuta al Comune. Già si lavora comunque per i successivi lotti di immobili da porre in vendita. In questi mesi sono giunte migliaia di richieste da tutto il mondo, e sono state moltissime le testate giornalistiche, anche internazionali, che hanno acceso i riflettori sul borgo di Castiglione. «Case ad 1 Euro» fa comunque parte di un progetto più ampio che prevede diverse iniziative mirate al recupero del centro storico tra l’Etna e l'Alcantara. «In questi anni insieme all’amministrazione comunale ed in particolare all’assessore all’Urbanistica Filippo Giannetto abbiamo lavorato costantemente per promuovere questa iniziativa.

Pubblicità

In tutto il mondo si è parlato di Castiglione di Sicilia e della nostra iniziativa case ad 1 euro. Da qualche giorno per i primi due immobili è partita la procedura. La scadenza per partecipare è fissata al 27 marzo alle ore 13.00." dice il sindaco Antonio Camarda. Per l’assessore Filippo Giannetto «rappresenta un momento importante della visione progettuale dell’amministrazione comunale che si pone l'obiettivo , sicuramente ambizioso, del rilancio del centro storico come fulcro di un territorio unico che vede nelle eccellenze vitivinicole, nell’Etna e nell’Alcantara dei fortissimi attrattori per i viaggiatori di tutto il mondo. Crediamo fortemente che questo, insieme ai tanti progetti messi in campo,possa contribuire a costruire lo sviluppo, di cui tutti parlano, ma a cui pochi lavorano realmente». 
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: