Notizie locali
Pubblicità

Catania

A Tremestieri l'ultimo saluto a Federica “Chicca” Wagner: «E' difficile accettare una morte così»

Di Carmelo Di Mauro

Lacrime, dolore, incredulità ai funerali della giovane Federica Wagner, morta a 30 anni in un terribile incidente stradale avvenuto tra sabato e domenica notte scorsi a Catania in viale Africa, all’altezza delle Ciminiere. Travolta nella sua Ford Ka guidata da un amico, che si trova in prognosi riservata all’ospedale Cannizzaro, da una Lancia Y che sfrecciava a velocità, il cui conducente ha riportato ferite guaribili in trenta giorni.

Pubblicità

La sua improvvisa scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nella vita della sua famiglia, degli amici e di un paese intero, Tremestieri, che ieri pomeriggio le ha dato, sotto un cielo plumbeo, l’ultimo saluto nella Chiesa Madre Maria Ss. della Pace. Ma gli spazi del tempio non sono stati sufficienti per ospitare tutte le persone che volevano partecipare alla cerimonia.

 

 

La commozione dei presenti, tantissimi, e il profondo affetto arrivato da un’intera comunità hanno testimoniato la presenza vivida di Federica Wagner nel ricordo dei molti che le volevano bene, come i colleghi dell’Adea Eventi - dove lavorava - che non hanno saputo trattenere le lacrime. 

 

Toccanti le parole pronunciate durante l’omelia dal parroco, padre Gaetano Sciuto, che ha esortato a non dimenticare che oltre la morte terrena c’è la vera vita. Anche se è difficile accettare la morte, soprattutto se arriva quando si è giovani, e in maniera così violenta… È difficile accettare… in un tempo in cui siamo abituati a programmare tutto, a controllare ogni evento e avere una risposta per ogni cosa. 

 

 

Sull'altare, davanti al composto dolore dei genitori, anche i commoventi ricordi dei familiari, degli amici, dei colleghi di lavoro.

L'ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE IN EDICOLA

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA