Notizie locali
Pubblicità

Catania

Accoltella due fratelli a Picanello e poi si presenta dalla Polizia: «Sono stato io»

Arrestato un pregiudicato di 58 anni: prima ha cercato di uccidere un macellaio e successivamente anche il parente 

Di Redazione

Ha un nome e un volto l’uomo che lo scorso 5 novembre a Picanello ha accoltellato il titolare della macelleria e dopo qualche minuto anche il fratello di quest’ultimo.

Pubblicità

La Squadra Mobile di Catania ha infatti arrestato per tentato duplice omicidio e per porto ingiustificato di arma da taglio G.F. di 58 anni. E’ lui ad avere tentato di uccidere a coltellate prima C.S. di 49 anni e poco dopo anche il fratello C.M di 41 anni.

G.F. secondo quanto ha spiegato la Polizia ha precedenti penali per associazione per delinquere e per reati contro il patrimonio e contro la persona, fra cui anche un tentato omicidio sempre con accoltellamento nel 2006.

Avrebbe cercato di uccidere il commerciante dopo un diverbio. Il macellaio è riuscito a fuggire raggiungendo in strada alcuni suoi congiunti, che si trovavano poco distanti, ed è stato subito accompagnato all’ospedale “Cannizzaro” dove i sanitari gli hanno riscontrato ferite multiple da arma da taglio con una lesione tendinea della mano destra e la presenza di ferite lacero-contuse agli arti e al capo, con una prognosi di giorni 30 giorni. Ma pochi minuti dopo, sempre G.F., vicino alla stessa macelleria, ha affrontato e accoltellato anche C.M. colpendolo al centro del petto ma fortunatamente senza provocargli lesioni mortali. Ne è scaturita una colluttazione con G.F. che, grazie anche all’arrivo di altre persone nel frattempo sopraggiunte, è stato disarmato per poi fuggito. G.F. ha poi deciso quindi di presentarsi negli Uffici della Squadra Mobile dove è stato arrestato e condotto nel carcere di Augusta.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA