Notizie locali
Pubblicità

Catania

Adrano, tragedia in un fondo agricolo: ventenne travolto e ucciso dal trattore guidato dal padre

Il ragazzo di Bronte è morto prima di giungere all'ospedale di Biancavilla a causa delle gravissime ferite

Di Redazione

Un altro morto sul lavoro nel Catanese. Un ragazzo di 20 anni, di Bronte, Matteo Fazio, ha perso la vita a seguito di un incidente nel proprio terreno agricolo al confine tra le campagne e di Adrano e Bronte mentre era impegnato in  lavori di sbancamento assieme al padre. Quest'ultimo era alla guida del mezzo agricolo che ha travolto il ragazzo. Una tragedia familiare ancora da ricostruire con tutti i suoi particolari. Due le ipotesi sulle quali stanno indagando i carabinieri delle stazioni di Adrano e di Biancavilla: il ragazzo potrebbe essere stato travolto accidentalmente dal trattore cingolato con a bordo il padre, a causa di una manovra errata del genitore;  oppure potrebbe essersi registrato il crollo di una parete rocciosa su cui era impegnato il mezzo agricolo. 
Quello che è certo è che il ragazzo ha riportato ferite gravissime e che le sue condizioni sono apparse subite disperate, tanto è vero che il giovane aveva le due gambe maciullate. Il dramma si è consumato nel primo pomeriggio di ieri in un terreno agricolo in territorio di Adrano, in contrada Solicchiata. In preda alla disperazione è stato naturalmente il padre a soccorrere il ragazzo: sono stati momenti concitati, il giovane è stato caricato a bordo di un’autovettura e trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla. Una corsa disperata che, purtroppo, non è servita a salvare la vita del 20enne di Bronte, che è deceduto durante il tragitto verso la struttura sanitaria biancavillese.  
La vittima presentava  vistose ferite da schiacciamento ad entrambe le gambe  e traumi in varie parti del corpo. Sotto choc per quanto accaduto il genitore, un  uomo di 56 anni, che  non è stato in grado di fornire con precisione molte notizie utili agli investigatori sulla dinamica esatta della tragedia.  La salma dello sfortunato ragazzo brontese è stata posta sotto sequestro dall’autorità giudiziaria e verrà trasportata al Policlinico di Catania dove verrà effettuato l’esame autoptico per verificare altri aspetti dell’accaduto. 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: