Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, alle famiglie meno abbienti voucher da 300 € per la pratica sportiva dei figli

L’iniziativa “Sport e inclusione - la scoperta dei campioni dei quartieri” è stata presentata a Palazzo degli elefanti,

Di Redazione

Trecento euro per sostenere e incentivare le famiglie catanesi con figli minori, per agevolare la pratica sportiva agonistica o di base dei ragazzi economicamente più disagiati. L’iniziativa “Sport e inclusione - la scoperta dei campioni dei quartieri” è stata presentata a Palazzo degli elefanti, gremita da numerosi rappresentanti delle società sportive cittadine sia di vertice che afferenti agli enti di promozione dall’assessore allo Sport e alle politiche comunitarie Sergio Parisi. 

Pubblicità

Il progetto partirà a settembre ed è frutto di un’ idea dello stesso Parisi, che è anche dirigente sportivo, finanziata coi fondi comunitari del Pon Metro per 1,2 mln di euro. «Prevediamo - ha spiegato l’assessore - di fornire voucher a 4.000 famiglie di Catania che hanno reddito Isee non superiore a 30mila euro. Siamo i primi in Italia a utilizzare i fondi comunitari per incentivare l’attività sportiva, un percorso che nei nei mesi scorsi, col sindaco Salvo Pogliese, abbiamo avviato con successo, sostenendo economicamente l’abbonamento integrato Bus/Metro a solo 1,70 euro  al mese, ottenuto da oltre 8mila catanesi».

Parisi ha anche sottolineato la «valenza sociale della pratica sportiva nella crescita dei ragazzi, soprattutto di quelli che pur avendo talento naturale, sono frenati dal costo economico di frequentare una palestra, una piscina o una scuola calcio. In questo modo verrà data l’opportunità di esprimersi a un’ampia fascia di minori, scovando nei quartieri anche eccellenze sportive che avrebbero potuto rimanere inespresse».

Il vicesindaco Bonaccorsi ha evidenziato il grande lavoro svolto dall’assessore Parisi nelle deleghe di sua competenza e sottolineato il valore dello sport nello sviluppo della personalità, intuizione che come accaduto per Catania Tu-Go pone la città all’avanguardia nell’utilizzo di fondi comunitari per il benessere collettivo. 

Alla riunione hanno partecipato anche il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, il vice presidente regionale del Coni Enzo Falzone, il direttore degli uffici sport e politiche comunitarie Fabio Finocchiaro e il dirigente comunale Paolo Di Caro, il presidente regionale della Federazione Calcio lega Dilettanti Sandro Morgana: «Per ragioni istituzionali mi confronto spesso con le amministrazioni locali -ha detto - ma devo dire che la competenza e la serietà dell’assessore Parisi e gli investimenti realizzati dall’Amministrazione per migliorare gli impianti sportivi cittadini hanno pochi precedenti. Porto ovunque ad esempio  la perfetta procedura messa in campo per la scelta del gruppo societario chiamato a rappresentare Catania nella serie D calcistica».

Infine, Parisi, con l’aiuto di alcune slide, ha ricordato i numerosi interventi di rigenerazione degli impianti sportivi cittadini attuati, grazie alle diverse linee di finanziamento messe in campo per intercettare risorse extra bilancio. Alcuni già completati come il Pala Catania, il campo di rugby di Librino e quello di Nesima; altri ancora in fase di completamento come il campo scuola, lo stadio di rugby di Santa Maria Goretti, la Piscina di Nesima e tanti altri come il Duca d’Aosta o il campo Seminara, già progettati e finanziati e pronti per essere appaltati. A questi vanno aggiunti altri impianti all’aperto in tutti i quartieri, nell’ambito del progetto “Catania Spazio e Sport” di riqualificazione di una quindicina di piazze cittadine nell’ottica green e della rigenerazione urbana con nuovi spazi destinati allo sport.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA