Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, il Consiglio comunale approva il piano triennale delle opere pubbliche: ecco il libro dei sogni

Ok anche al documento unico di programmazione per gli anni 2020/2023

Di Redazione


Il consiglio comunale di Catania ha approvato ieri sera con 19 voti favorevoli in prima convocazione il Piano triennale delle opere pubbliche e il documento unico di programmazione per gli anni 2020/2023. Entrambi sono atti propedeutici all’adozione del bilancio di previsione 2020/2023, ultimo dei documenti contabili degli anni pregressi ancora in attesa di approvazione dopo il dissesto finanziario decretato dalla Corte dei Conti il 4 maggio del 2018 e deliberato dal consiglio comunale 13 dicembre dello stesso anno.

Pubblicità

Il piano delle opere pubbliche è stato illustrato all’aula dall’assessore ai lavori dall’assessore ai lavori pubblici Enrico Trantino, che ha anche presentato un emendamento per conto dell’Amministrazione Comunale con 22 opere pubbliche da inserire nella programmazione che integrano e aggiornano il piano originario: tutti interventi da realizzare con fonti di finanziamento esterne al bilancio comunale, a cominciare da quelle comunitarie e regionali, ma anche compensative per il riequilibrio territoriale, con interventi di riqualificazione di diverse zone cittadine finanziate da Terna, che sta potenziando un elettrodotto che attraversa l’area etnea.

Il piano triennale delle opere pubbliche del Comune di Catania è un vero e proprio libro dei sogni che contiene oltre 160 interventi in città che vanno dall'allestimento del tanto discusso museo egizio  presso l'ex Monastero dei Crociferi fino alla rigenerazione urbana del lungomare da piazza Nettuno a piazza Mancini Battaglia, passando per la realizzazione di diversi parcheggi interrati, tanti lavori di efficientamento energetico negli edifici comunali, riqualificazione di molti impianti sportivi e realizzazione di piste ciclabili, recupero di immobili comunali e così via. Praticamente una utopia pensando all’assenza dei progetti esecutivi all’impossibilità di redigerli vista la carenza di tecnici comunali

GUARDA QUI IL PIANO 

Il consiglio comunale infine ha approvato un ordine del giorno promosso dai tutti i capigruppo consiliari che impegna sindaco e amministrazione comunale a farsi portavoce a livello nazionale e regionale in relazione all’impiego delle risorse del Piano di Ripresa e Resilienza al fine di riconoscere concretamente il ruolo strategico dell’industria del farmaco nell’area etnea, favorendo l’implementazione di una Farma Valley catanese, in cui Pfizer Catania giochi un ruolo fondamentale anche a favore di tutta l’area del Mediterraneo per tutelare il diritto alla salute e alla vita dei cittadini.

Stasera il consiglio comunale tornerà a riunirsi in modalità mista, da remoto e in presenza a Palazzo degli elefanti, per la relazione di presentazione e il dibattito sul bilancio di previsione 2020/2023.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA