Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, spacciava dai "domiciliari": arrestato trentenne

Di Redazione

Un trentenne nonostante si trovasse ai domiciliari continuava a spacciare tranquillamente. Ma il traffico è stato fermato dai Carabinieri della “Squadra Lupi” del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania che hanno arrestato, in flagranza di reato, il catanese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Pubblicità

I “Lupi” non avevano perso d’occhio il 30enne, loro “vecchia conoscenza” che, nonostante la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari aveva pensato di riprendere la sua attività di spaccio di droga.

Nello scorso pomeriggio pertanto i carabinieri hanno bussato alla porta della sua abitazione a Motta Sant’Anastasia, dove il giovane, sorpreso per l’inattesa visita dei militari e per evitare più gravi conseguenze giudiziarie, ha “fatto strada” nell’appartamento ed è andato verso il bagno dove ha prelevato, da un mobiletto il “materiale” che i Lupi cercavano.

All’interno delle due buste consegnate, i militari hanno rinvenuto complessivamente 100 grammi di marijuana oltre ad un bilancino digitale perfettamente funzionante ed ancora intriso di sostanza, nonché materiale vario idoneo per il confezionamento. Il 3oenne è stato associato presso il carcere catanese di Piazza Lanza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA