Notizie locali
Pubblicità

Catania

Catania, sei nuovi parchi gioco finanziati con la tassa di soggiorno

 Previsti anche il recupero e la riqualificazione, dopo il restauro del 2009, dei giochi per bambini all'interno del giardino Bellini

Di Redazione

Sei nuovi grandi parchi gioco nelle circoscrizioni cittadine da realizzare negli spazi a verde individuati dai consigli di Municipio, il recupero e la riqualificazione dopo il restauro del 2009 dei giochi per bambini all'interno del giardino Bellini con la messa in sicurezza dell'area del chiosco cinese della "Villa" e un piano di interventi per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli spazi dei giochi per bambini sparsi in città, per la gran parte ridotti in condizioni di scarsa utilizzabilità. Lo ha disposto la giunta Pogliese stanziando oltre 300 mila euro dai proventi della tassa di soggiorno, per aumentare gli spazi in città dei giochi per bambini e l'offerta di aree verdi con zone attrezzate e sicure.

Pubblicità

"Una precisa scelta a favore dei bambini di tutte le zone della nostra città - ha spiegato il sindaco Salvo Pogliese - venti anni dopo gli ultimi interventi di questo genere a Catania. Il piano è pronto a partire e già nei prossimi giorni si definiranno i progetti e i bandi di gara affinché entro la primavera avremo sei nuovi parchi gioco completamente nuovi e la rigenerazione di quelli dello storico giardino Bellini. Un intervento di vasta portata che nonostante il dissesto finanziario trovato al nostro insediamento, con tutta la giunta abbiamo deciso di realizzare ritenendola una scelta doverosa per i nostri bambini, che devono avere la possibilità di esprimere la vitalità e l'energia della propria infanzia in spazi sicuri e con giochi di ultima generazione. La sinergia con i Municipi che abbiamo attuato -ha aggiunto il primo cittadino- mostra concretamente l'attenzione verso modelli di condivisione partecipata e decentrata delle decisioni che riguardano le aree urbane di ogni parte di Catania. Abbiamo investito somme importanti dell'imposta di soggiorno perché queste risorse devono rimanere a beneficio della città con spazi attrezzati e moderni, per i bambini che vivono a Catania e di quelli che vengono a visitarla coi familiari". Gli interventi di pianificazione e realizzazione degli spazi gioco per bambini sono affidati agli uffici del gabinetto del sindaco diretti da Giuseppe Ferraro e all'assessorato al verde retto da Fabio Cantarella e gli uffici diretto dall'architetto Marina Galeazzi.

Il sindaco ha anche annunciato che sono in corso, inoltre, le procedure per realizzare altri tre parchi giochi inclusivi per i bambini portatori di disabilità: nella villa Pacini, quello finanziato dalla Regione Siciliana e altri due con l'utilizzo di fondi comunitari, a parco degli Ulivi di San Nullo e nel Boschetto della Plaia. Un altro parco giochi, inoltre, su decisione della giunta Pogliese, verrà realizzato a Librino nell'ambito della convenzione con Terna, per destinare somme compensative al territorio, nell'ambito dei lavori di potenziamento dell'elettrodotto.

Nel piano di rigenerazione degli spazi giochi per bambini l'Amministrazione Comunale ha anche stabilito un piano di ripristino delle "bambinopoli" esistenti, recuperando lo stato di abbandono in cui versano. Per questo scopo il sindaco ha reso noto "che è stata già scattata una fotografia nitida dell'esistente, con una dettagliata verifica di ogni singola area, da cui emerge che solo una piccola parte dei parchi gioco non necessita di interventi. Tuttavia, grazie a un lavoro congiunto del servizio comunale tutela del verde e della Multiservizi, stiamo già intervenendo anche per sostituire o ripristinare gli spazi destinati ai bambini che sono stati vandalizzati, andati distrutti o non più rispondenti ai requisiti di sicurezza".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: