Notizie locali
Pubblicità

Catania

L'aeroporto di Catania riapre anche agli accompagnatori dei passeggeri ma solo se muniti di green pass

Saranno anche rimosse le barriere di separazione tra le aree arrivi e partenze  e che decadono anche le limitazioni orarie per i viaggitori in partenza

Di Redazione

Da domani all’aeroporto internazionale di Catania l’accesso sarà consentito non soltanto ai viaggiatori, ma riaperto anche agli accompagnatori, purché muniti di Green pass. Nel terminal dello scalo si potrà circolare liberamente se in possesso della "carta verde" vaccinale. La certificazione sarà controllata all’ingresso. Lo rende noto la Sac, società che gestisce lo scalo, anticipando che, contestualmente all’apertura al pubblico, saranno anche rimosse le barriere di separazione tra le aree arrivi e partenze 
 e che decadono anche le limitazioni orarie per i passeggeri in partenza.

Pubblicità

Restano invariate le misure di sicurezza per contenere il contagio da Covid 19: l’obbligo di indossare la mascherina e il rilevamento della temperatura corporea, che non deve essere superiore ai 37,5 gradi. L’ingresso al Terminal avverrà sempre solo attraverso la porta Ovest del piano arrivi e dalla rampa partenze (dove è attiva l’area Kiss&Fly per i saluti lo scarico bagagli) e l’uscita dall’aerostazione avverrà sempre solo dalla porta Est del piano arrivi.

Fino al 31 dicembre 2021, per effetto dell’ordinanza della Regione, rimane l’obbligo del tampone rapido per i passeggeri in arrivo in Sicilia da Stati uniti, Malta, Spagna, Grecia, Portogallo, Francia e Paesi Bassi. I tamponi sono effettuati al Terminal B: i passeggeri dei voli interessati troveranno indicazioni e itinerari all’uscita dell’area di riconsegna bagagli. In linea con le direttive emanate da Enac, la Società di gestione dello scalo Vincenzo Bellini di Catania continua l'opera di preservazione del sistema aeroporto Covid free con costanti attività di santificazione e misure di prevenzione a tutela dei passeggeri, ma anche degli operatori di Enti pubblici e privati.

Intanto una nuova apparecchiatura per effettuare tamponi molecolari rapidi è in funzione all’aeroporto etneo. I passeggeri provenienti dalle aree a rischio indicate dall’ordinanza del presidente della Regione, se positivi al test antigenico tradizionale, si sottopongono al molecolare rapido. «E' un test di conferma che presenta vantaggi soprattutto sui tempi di attesa - spiega il commissario per l’emergenza Covid di Catania, Pino Liberti - poiché, in caso di accertata positività, si attiva immediatamente il trasferimento nella propria abitazione o nel Covid hotel, evitando lo stazionamento in aeroporto, particolarmente disagevole quando si tratti di passeggeri provenienti dagli ultimi voli della giornata quindi in fascia notturna. L’utilizzo della nuova apparecchiatura, insieme con un ulteriore potenziamento dei controlli in area Covid - conclude il commissario - hanno migliorato il servizio che sta funzionando correttamente, in maniera fluida, garantendo la sicurezza in aeroporto e fuori».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA