Notizie locali
Pubblicità

Catania

Paternò, la corsa clandestina di cavalli finisce sui social: nei guai un 31enne

L'uomo è stato denunciato anche perché gli hanno trovato una pistola. Multe per 30 mila euro

Di Redazione

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò, con i colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sicilia e del personale dell’Asp dell’A.S.P di Paternò hanno denunciato un 31enne cxon l’accusa di detenzione abusiva di armi e maltrattamento di animali. A metterlo nei guai alcuni video pubblicati sui dei social con sottofondo musica neomelodica che riprendevano le fasi salienti di una corsa clandestina tenutasi lo scorso inverno nella provincia.

Pubblicità

 

 

I militari sono andati in Via Tre Case di Paternò all’interno di un fabbricato rurale interamente abusivo, adibito a stalla e in uso al 31enne, individuato quale presunto organizzatore e partecipante a competizioni clandestine di cavalli tenutesi nel territorio della provincia di Catania. Nel corso della perquisizione i militari hanno rinvenuto 3 cavalli, nonché, occultati nel terreno di pertinenza del fabbricato, una pistola semiautomatica calibro 7.65 e 28 cartucce calibro 44.

 

 

Sono stati anche trovati e sequestrati diversi farmaci per uso veterinario di cui alcuni d’importazione estera e sprovvisti della prescrizione medica, nonchè della relativa autorizzazione all’importazione, un quaderno dove venivano appuntati nominativi per le scommesse e il piano “terapeutico” del cavallo da corsa unitamente ad un calesse. Al 31enne sono anche state elevate multe per oltre 30.000 euro. Nel corso delle attività il medico veterinario ha visitato i tre cavalli che, pur essendo stati giudicati in apparenti buone condizioni di salute, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA