Notizie locali
Pubblicità

Catania

Rifiuti, il Tar respinge il ricorso della Dusty

La sentenza rimette in moto l'iter dell'appalto settennale. "Irricevibile" il rilievo dell'impresa. L'assessore Cantarella: "Procediamo verso un servizio più efficente"

Di Cesare La Marca

«Ricorso irricevibile». Con la sentenza numero  2348/2021 del 19 luglio scorso della III Sezione del Tar di Catania si rimette in moto di fatto l’iter per l’aggiudicazione dell’appalto settennale dei rifiuti, rimasto “appeso” (al sesto tentativo di aggiudicazione)  all’esito di due ricorsi. La sentenza in questione riguarda il ricorso dell’impresa uscente, la Dusty, che chiedeva l’annullamento della gara per l’interpretazione di una clausola relativa agli eventuali oneri di trasporto dei rifiuti fuori Sicilia, e potrebbe segnare  probabilmente una strada in vista del secondo ricorso, con udienza di merito fissata a settembre, con cui Ecolandia chiede stavolta la proroga dei termini di gara. 

Pubblicità


I giudici del Tar di Catania, nel respingere dichiarandolo irricevibile il ricorso proposto dalla Dusty avverso il bando di gara per l’affidamento del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti urbani a Catania, hanno così accolto le eccezioni preliminari sollevate dalla Srr Catania Area Metropolitana, alle quali ha  aderito l’amministrazione comunale di Catania, ritenendo corretto l’espletamento della procedura di gara avviata dalla Srr ed affermando anche, diversamente da quanto sostenuto dalla Dusty, la piena sussistenza delle condizioni per formulare una congrua offerta da parte degli operatori del settore.

«Siamo felici - commenta l’assessore all’Ambiente Fabio Cantarella - che il progetto che rivoluzionerà la gestione dei rifiuti in città possa adesso proseguire spedito. Siamo grati all’avvocatura comunale e in particolare al legale incaricato dalla Srr, il professore Antonio Longo, che ha saputo far emergere al meglio la legittimità della procedura di gara, difendendo gli interessi dei cittadini catanesi ad avere finalmente un bando di gara innovativo e capace di superare le criticità emerse sino ad oggi nel bando che abbiamo ereditato da chi ci ha preceduti. Nei prossimi giorni - conclude Cantarella - si potrà procedere all’aggiudicazione dei due lotti partecipati. Peraltro, grazie al puntuale parere reso dall’avvocato Longo la Srr procederà in maniera spedita, con una procedura negoziata, ad individuare un contraente anche per il lotto centro».

Si tratta del lotto più esteso dei tre in cui l’area urbana è stata suddivisa anche per incentivare la concorrenza delle imprese, l’unico per cui non sono pervenute delle offerte, e per cui la Srr sta procedendo con trattativa privata tramite avviso rivolto alle  aziende del settore. I lotti “nord” e “sud” sono invece stati aggiudicati rispettivamente alle imprese Super Eco ed Ecocar.  

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA