Notizie locali
Pubblicità

Catania

Ruba il bancomat della nonna per comprare la droga e minaccia i genitori: «Vi ammazzo nel sonno»

Arrestato dai carabinieri un 22enne ormai schiavo degli stupefacenti  

Di Redazione

Ruba il bancomat della nonna per acquistare la droga e quando la madre lo rimprovera perde la testa e la picchia. In manette per maltrattamenti in famiglia, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate è finito un 22enne di Biancavilla.

Pubblicità

I carabinieri, dopo aver ricevuto una richiesta d’intervento tramite il 112, sono intervenuti in via Favignana dove hanno trovato una donna di 37 anni, in crisi di panico dopo una lite col figlio. Quest’ultimo l’avrebbe prima strattonata facendola sbattere sul muro della cucina e, dopo averle strappato il telefono dalle mani, glielo avrebbe lanciato sui pensili continuando a minacciarla. La discussione sarebbe nata dall’avere appreso che il ragazzo figlio, tossicodipendente, aveva rubato il bancomat della nonna.

Ma mentre la madre proseguiva nel suo racconto, il figlio, incurante della presenza dei militari, ha nuovamente inveito contro la madre e poi contro gli stessi carabinieri, minacciandoli pesantemente ed anzi cercando di colpirli con calci e pugni. Ma non si sarebbe trattato di un caso isolato. Sia la madre che il padre del ragazzo erano costretti a versare 20 euro al giorno per l’acquisto della droga. Il padre, più volte picchiato dal figlio, aveva già sporto denuncia anche a causa di alcune minacce: «stanotte ti ammazzo nel sonno». Il giovane è stato rinchiuso nel carcere di piazza Lanza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: