Notizie locali
Pubblicità

Catania

Sedici vigili urbani in più a Catania: al lavoro per due anni

Il sindaco Salvo Pogliese li ha incontrati stamattina precisando che sono stati assunti grazie a uno specifico finanziamento nazionale, scorrendo la graduatoria del concorso del 2020 indetto per soli titoli e in modalità digitale

Di Redazione

“Sono felice di darvi il benvenuto all'interno del Corpo dei vigili urbani, oltre che della grande famiglia del Comune di Catania, e di scrivere insieme a voi una delle più belle pagine della storia amministrativa della nostra città, con l'affermazione di un principio di fondamentale importanza che è quello meritocratico e della trasparenza”. Lo ha detto il sindaco Salvo Pogliese incontrando stamattina, nella sede del Comando della Polizia locale in piazza Spedini, i sedici nuovi agenti del Corpo, reclutati per un biennio, grazie a uno specifico finanziamento nazionale, scorrendo la graduatoria del concorso del 2020 indetto per soli titoli e in modalità digitale. I rinforzi alla polizia locale, che oggi hanno iniziato a frequentare un apposito corso di formazione, si aggiungono ai trenta agenti selezionati e in servizio da un anno, ai quali è stato prorogato il contratto sino al 31 agosto 2023.  

Pubblicità

Nel corso dell'incontro il primo cittadino era affiancato dagli assessori alla Polizia municipale, Andrea Barresi, e al Personale, Michele Cristaldi, dal capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro, dal direttore del Personale Pietro Belfiore, dal comandante Stefano Sorbino. “Un concorso per soli titoli a Catania – ha continuato il primo cittadino - non era neanche immaginabile: noi abbiamo cambiato le regole del gioco, modificato il regolamento e pubblicato un bando che al suo scadere, il 17 novembre del 2020, contava 3.300 domande. Il 27 novembre c'era già la graduatoria, e il primo dicembre l'assunzione, tutto senza nessun ricorso”. “Hanno vinto i migliori – ha sottolineato il sindaco Pogliese - e ne abbiamo conferma dal bilancio consuntivo, eccezionale, che riguarda i vostri colleghi che sono entrati in servizio lo scorso anno e che sono sicuro voi andrete ad affiancare con altrettanto entusiasmo. Hanno vinto i vostri talenti, la vostra determinazione, i vostri sacrifici, la vostra preparazione. Svolgere la funzione di agente della polizia locale in una città complessa come Catania non è facile, ma con i preziosi consigli dei colleghi di grande esperienza che vi instraderanno, tutti voi, giovanissimi ma pieni di energia, potrete dare un contributo importantissimo alla nostra città, in tutti i suoi quartieri, nelle mille emergenze di cui si occupa giornalmente il corpo della polizia locale”.


 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: