Notizie Locali


SEZIONI
Catania 33°

il caso

Si barrica in casa con le bombole gpl e minaccia di farle esplodere: preso e portato in carcere

L'uomo era detenuto ai domiciliari

Di Redazione |

A Catania un detenuto ai domiciliari in preda ad una crisi di sconforto nella sua villetta si è circondato di bombole di gpl minacciando di farsi esplodere. Grazie all’intervento della polizia è stata scongiurata una tragedia perché l’uomo ha accettato di farsi accompagnare in ospedale. E’ accaduto il 20 febbraio scorso ma è stato reso noto solamente oggi. In quella occasione si era ripristinata la detenzione domiciliare per l’uomo, che era stato denunciato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e per procurato allarme. Adesso il Tribunale di Sorveglianza di Catania, accogliendo le richieste formulate nella comunicazione del Commissariato di polizia di Librino, ha definitivamente revocato il beneficio precedentemente accordato all’uomo, ripristinandone la detenzione in carcere. L’uomo, raggiunto dagli agenti in casa sua, è stato dapprima accompagnato in ufficio e poi portato nella Casa Circondariale Piazza Lanza.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA