Notizie locali
Pubblicità

Catania

Essere donne al di là dei luoghi comuni, il Seminario a Catania

All’istituto Cavour di Catania le rappresentanti della politica, dello sport, delle istituzioni e della didattica parlano agli studenti per lanciare un messaggio ben preciso

Di Damiano Scala
Pubblicità

Un seminario moderato dal professore Massimiliano Giusto per far comprendere alle giovani generazioni cosa vuol dire essere donna e andare al di là dei luoghi comuni. All’istituto Cavour di Catania le rappresentanti della politica, dello sport, delle istituzioni e della didattica parlano agli studenti per lanciare un messaggio ben preciso.

“Oggi celebriamo una giornata importante in tutto il mondo- spiega la dirigente dell’istituto “Cavour” Maria Gabriella Capodicasa- un contesto che oggi è estremamente diverso rispetto al passato e che vuole ricordare le conquiste che le donne hanno ottenuto nel corso della storia. Tanti passi in avanti sono stati fatti ma altrettanti vanno fatti prima di poter parlare di una società senza pregiudizi”. Insegnare principi e valori attraverso le testimonianze così diverse ma, al testo stesso, così simili tra loro.

“Viviamo in un mondo ancora dominato dai pregiudizi e dalla disuguaglianza di accesso alle professioni- sottolinea l’assessore alla Cultura e alle Politiche scolastiche di Catania Barbara Mirabella- io mi reputo una privilegiata perché vengo dal mondo dell’imprenditoria ed ho sempre voluto fare l’imprenditrice. Oggi mi trovo a rappresentare il modo delle istituzioni e lavoro a fianco di colleghi con molta serenità”. Modelli e spunti di riflessione per abbattere il muro dei pregiudizi.

“Affrontare un tema così importante in una scuola è fondamentale soprattutto perché bisogna farlo tutto l’anno e non solo per l’8 marzo- afferma il Prefetto di Catania Maria Carmela Librizzi- oggi è una giornata di lutto e di dolore perché il nostro pensiero va alle donne e ai bambini ucraini coinvolti in questa terribile guerra”. “Il rispetto l’uno dell’altro è un valore che va conquistato giorno dopo giorno- fa eco la campionessa olimpica di pallanuoto Giusi Malato- lo sport dovrebbe creare inclusione e non pregiudizio ma, nella mia esperienza di atleta, ho vissuto tanti episodi che mi hanno portato a lottare per la parità tra uomini e donne”.

(Video Davide Anastasi)

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità