Notizie locali
Pubblicità

Catania

A Catania si torna a raccogliere la spazzatura aspettando la differenziata porta a porta

A Lentini permesso per conferire 2mila tonnellate al giorno. Ma tra due mesi bisognerà trovare una soluzione definitiva

Di Damiano Scala
Pubblicità

Operai e mezzi meccanici al lavoro sin dalle prime ore di oggi. La quantità di spazzatura da raccogliere è tale che serve il braccio meccanico. Tonnellate e tonnellate di materiale da eliminare per liberare strade, marciapiedi e perfino pensiline dell’autobus dai rifiuti. A Catania, con molta fatica, si prova dunque a ritornare alla normalità con il servizio di raccolta quotidiano.

“Una bella notizia dopo l’emergenza di questi giorni- afferma il Sindaco di Catania Salvo Pogliese- nella discarica di Lentini sarà consentito conferire rifiuti fino a 2.000 tonnellate a fronte di una precedente disponibilità di circa 1.600 tonnellate. Tra sessanta giorni dovremo trovare soluzioni alternative e mi auguro che si possa imboccare la strada giusta. Nell’immediato stiamo risolvendo questa emergenza anche sul fronte della salute pubblica”.  

Questione non secondaria sono i cassonetti dati alle fiamme in questi ultimi giorni.

“In alcune zone si sono verificati questi episodi incresciosi- prosegue il sindaco di Catania- ma noi guardiamo avanti in un contesto che abbiamo ereditato. In una parte della città è possibile conferire rifiuti attraverso il sistema del porta a porta mentre gli altri 275.000 catanesi utilizzano ancora i cassonetti di prossimità che non rappresentano certo una soluzione definitiva”.

(video Davide Anastasi)
 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità