Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Comuni siciliani in zona arancione: ecco cosa si può fare e cosa no

Di Redazione

Quasi tutto il sud est della Sicilia in zona arancione (Augusta, Avola, Pachino, Noto, Portopalo di Capo Passero, Rosolini, Ferla, Francofonte), stessa sorte per Catenanuova nell'Ennese, poi le conferme per Niscemi e Barrafranca. Sono sempre di più i Comuni siciliani che devono fare i conti con nuove restrizioni dovute all'aumento dei contagi da Covid. Ma cosa cambia oggi per i Comuni che da gialli diventano arancioni. Molte le limitazioni rispetto ai Comuni che restano in zona gialla come è la Sicilia in questo momento.

Pubblicità

Le novità riguardano soprattutto gli spostamenti (con il ritorno dell'autocertificazione) e le attività aperte (tra cui bar e ristoranti).

Per quanto riguarda gli spostamenti, sono limitati al territorio del Comune, a meno che non si abbia il green pass o un motivo di salute, lavoro e necessità.

Attività motorie, sportive e visite ad amici e parenti si possono fare senza uscire dal Comune e non è consentito consumare al tavolo di bar e ristoranti, nemmeno all’esterno. In zona arancione, inoltre, non possono riaprire musei, mostre, cinema, teatri, palestre e piscine all’aperto. Per quanto riguarda matrimoni ed eventi, possibile solo la celebrazione del matrimonio civile o religioso. Sono vietate le feste post matrimonio, anche se in possesso del Green pass.

C'è anche la reintroduzione del coprifuoco, si deve tornare a casa entro le ore 22. I possessori di Green Pass possono spostarsi liberamente negli altri Comuni, dalle 5 alle 22, chi non possiede Green Pass potrà spostarsi esclusivamente all’interno del proprio Comune tra le ore 5 e le ore 22, salvo per comprovate esigenze di lavoro o di salute. Alle ore 22 scatta il coprifuoco.

I negozi sono tutti aperti, come anche quelli che forniscono servizi alla persona, ovvero barbieri, parrucchieri ed estetisti.- I centro commerciali sono chiusi nel weekend, bar e ristoranti sono chiusi ma i ristoranti possono fare asporto fino alle ore 22 e i bar possono fare asporto fino alle 18.

Regole comunque fluide che potrebbero anche cambiate o essere allentate come accaduto la settimana scorsa a Comiso e Vittoria, dove è aumentata sensibilmente la percentuale di vaccinati e sono state riaperte le attività di ristorazione. E non si esclude in data odierna una nota esplicativa della Regione sull'ordinanza che ha ristabilito la zona arancione in tanti Comuni dell'Isola.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA