Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Costa: "Via le mascherine dal 1° maggio, con qualche eccezione"

Il ministro: "Valutiamo di mantenerle dove c'è una concentrazione maggiore di persone". Dove sarà obbligatorio tenerle? iIsuggerimenti del prof. Locatelli

Di Redazione

«Sono convinto che passare da un obbligo di mascherina al chiuso a una raccomandazione possa essere la scelta giusta, magari mantenendole in alcuni luoghi come i mezzi di trasporto. Ma oggi credo ci siano le condizioni per procedere con il togliere l’obbligo di mascherine al chiuso». Lo ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa a Rainews24 riferendosi alla scadenza del prossimo primo maggio. 

Pubblicità


"Il decreto in vigore di fatto già toglie l’obbligo di mascherine al chiuso per tutti. Si tratta ora di valutare se mantenerle in alcuni contesti particolari, dove c'è una concentrazione maggiore di persone», ha aggiunto Costa. 

 «A titolo personale dico che in determinate situazioni le mascherine al chiuso servono, e servono in maniera evidente». Ad esempio «credo sia opportuno mantenerle nel trasporto pubblico, soprattutto sui treni a lunga percorrenza e per i viaggi in aereo. Sarebbe davvero strano se non avessimo imparato che, in luoghi chiusi e affollati, c'è particolare rischio di contagio», in particolare con omicron ba.2 «che oggi probabilmente è sopra il 90% ed è una variante particolarmente contagiosa». Così a Sky tg Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità (Css), rispetto alla possibile abolizione dell’obbligo di mascherine al chiuso. 


 «Anche gli uffici - ha aggiunto Locatelli - sono un contesto in cui il mantenimento delle mascherine può esser considerato. Per quanto, con la bella stagione, vi è la possibilità di aprire le finestre, almeno finché non arriverà il grande caldo», e aprire le finestre è «fattore protettivo» rispetto alla circolazione virale. 


 Così come il precedente, anche questo inverno, ha specificato, «abbiamo visto come i casi di influenza sono stati minori rispetto a quelli che si registravano pre pandemia, salvo un picchetto di casi contenuto e largamente concentrato in età pediatrica, cresciuto proprio nel momento in cui si sono tolte le mascherine, questa è una prova indiretta di quanto in generale le mascherine proteggano dai virus respiratori». La decisione, ha concluso, «ovviamente verrà presa dal governo e peserà molto il parere del ministro Speranza». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: