Notizie locali
Pubblicità

Covid-19

Covid, Rezza: «Trend in risalita, la circolazione del virus è alta»

Il direttore Prevenzione del ministero della Salute invita tutti alla prudenza

Di Redazione

«Anche questa settimana i dati relativi al Covid-19 in Italia mostrano una tendenza alla risalita» e «data l’elevata circolazione del virus, e la crescita nel tasso di incidenza, è bene continuare a mantenere 
comportamenti ispirati alla prudenza». Lo afferma il direttore Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, commentando i dati del monitoraggio settimanale Iss-ministero. 

Pubblicità

L’incidenza, ha spiegato Rezza, «si fissa a 725 casi per 100mila abitanti e anche per l’Rt c'è una tendenza alla crescita e siamo a 0,94 e quindi di poco al di sotto dell’unità. Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva è invece rispettivamente al 12,9% e al 4,8%; quindi è stabile l’occupazione dell’area medica mentre è ancora in diminuzione, anche se graduale, l’occupazione dei posti di terapia intensiva e questa è una buona notizia». Tuttavia, ha concluso, «data l’elevata circolazione del virus, è bene continuare a mantenere comportamenti prudenti». 

Anche il presidente Iss, Silvio Brusaferro, sui dati del monitoraggio settimanale lancia l'allarme: «La proiezione dell’Rt più avanti nel 
tempo mostra chiaramente come la soglia per i casi sintomatici sia sopra il valore di 1, a 1,24, e quindi sopra la soglia epidemica. L’Rt per le ospedalizzazioni viceversa rimane sotto la soglia epidemica, a 0,90. Quindi il valore di Rt per tutte le Regioni comincia ad avvicinarsi alla soglia epidemica e tutte le regioni sono caratterizzate anche da una curva di ricrescita dell’incidenza». Così il presidente Iss, Silvio Brusaferro, sui dati del monitoraggio settimanale. «La circolazione del virus è più elevata tra 10 e 19 anni e tra 0-9 anni, e il trend mostra una fase di crescita dei contagi». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: